31/05/13 Sequestrato immobile di Buttone Claudio, esponente del clan Belforte

CAPODRISE. Nella mattinata del 27 nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli  Direzione Distrettuale Antimafia, i Finanzieri della Compagnia dì Marcianise e dello SCICO dì Roma hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo d'urgenza di un immobile con piscina, emesso nei confronti di due soggetti denunciati per intestazione fittizia di beni e riciclaggio. Il provvedimento cautelare, convalidato nei giorni successivi dal GIP di Napoli, è stato emesso nei confronti di Buttone Claudio e della moglie, i quali, secondo l'ipotesi accusatoria, hanno in modo fittizio intestato a terzi, estranei ai fatti, un immobile di pregio con annessa piscina, sito nel comune di Capodrise (CE), avente valore di oltre 200.000 euro.

 

Buttone Claudio, tuttora detenuto, in quanto ritenuto elemento organico al clan BELFORTE è accusato di aver attuato condotte finalizzate all'intestazione fittizia dei beni nella consapevolezza rimpiegare nell'acquisto dell'immobile di proventi derivanti dalle attività illegali del clan di appartenenza. Ai proprietari del terreno, secondo quanto emerge dall'attività investigativa sinora espletata, era stato imposto un prezzo di acquisto molto inferiore al reale valore dell'immobile.

 

comments powered by Disqus