11/12/15 Leopolda 2015: sul palco Renzi e la Boschi

FIRENZE. Dai tavoli della politica, condotti da amministratori e parlamentari, al question time dei militanti che interpelleranno direttamente i ministri sul palco. Vuole crescere la Leopolda dell'ex sindaco rottamatore e ora premier Matteo Renzi.

La kermesse, giunta all'edizione numero 6 e in programma a Firenze da oggi a domenica prossima sarà tutta nel segno della maturazione, dal movimentismo contro la vecchia classe dirigente all'acquisita e interiorizzata responsabilità di governo.

A partire del titolo, preso a prestito da un romanzo del '39 di Antoine de Saint Exupery, che proprio di questi temi parla.  La formula 'light' che caratterizza da sempre la manifestazione, come ha spiegato lo stesso Renzi nella sua Enews, non cambia: interventi da "5 minuti, apprezzate le proposte più che le polemiche". "Bandito l'uso del politichese", pone il divieto il segretario del Pd, così come le bandiere del Pd (che effettivamente non ci sono mai state). Non ci saranno i 'cento tavoli' seduti ai quali onorevoli e non solo discutevano con i militanti i temi 'caldi' dell'agenda italiana.

Non solo, nei giorni scorsi, era circolata sui quotidiani la voce secondo cui eventuali interventi dei parlamentari non sarebbero stati molto graditi alla Leopolda. Ma a smentire questa impostazione è stato lo stesso segretario, con una lettera a deputati e senatori: "A chi scrive che non facciamo parlare i parlamentari, rispondete a tutti che la Leopolda è da sempre una casa della politica, non dell'antipolitica. Vi aspetto", dice Renzi, aggiungendo "chi vuole intervenire ce lo faccia sapere, compatibilmente con l'organizzazione della serata. Noi ci proviamo, come sempre".

Passato, presente, futuro: questa la chiave delle tre giornate. In concreto il programma: stasera ci sarà un riassunto "di come abbiamo passato il 2015, e ne sentiremo delle belle, guidati da due leopoldini storici", i due giovani amministratori Ciro Bonajuto, sindaco di Ercolano, e Ottavia Soncini, vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna. Sabato sono in programma interventi "su cosa vogliamo dal 2016" mentre la sera ci saranno visite speciali in tre musei di Firenze, aperti per l'occasione oltre l'orario consueto, quello dell'Opera del Duomo, recentemente rinnovato, Palazzo Vecchio e Palazzo Strozzi.

Momento clou della giornata centrale sarà un question time a quattro ministri interrogati dai partecipanti alla Leopolda "in un modo innovativo e divertente; divertente per noi sicuramente, spero anche per i ministri...", ha promesso Renzi. Domenica chiusura affidata come vuole la tradizione allo stesso Renzi, "per le 13, in tempo per allontanarci gli uni dagli altri prima di... Juventus-Fiorentina", scherza il premier.

Madrina e conduttrice della kermesse sarà anche quest'anno Maria Elena Boschi; la regia tecnica, novità, sarà affidata a Simona Ercolani moglie di Fabrizio Rondolino, l'ex spin doctor di Bersani.  Del resto, "se c'e' un tempo delle donne è questo", ha osservato la ministra delle Riforme, ribadendo ancora una volta che "la Leopolda rappresenta un nuovo modo di fare politica, ma anche di ascoltarsi e fare buona amministrazione". Permane ancora riserbo sugli ospiti della manifestazione, anche se sembrano confermati due degli abituè, il finanziere Davide Serra e l'ex dirigente di Mtv, ora direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto. Assente l'astronauta Samantha Cristoforetti che all'invito del ministro Boschi ha risposto con un "ho altri impegni", così come un ricco plateau di sportive, come le tenniste Flavia Pennetta e Roberta Vinci. Assente come già annunciato la nuotatrice Federica Pellegrini per impegni sportivi. 

Articoli correlati

Renzi a Firenze: ‘’Pensano di essersi liberati di me, ma si sbagliano’’
Pubblicato il 10/09/2018 • leggi all'articolo
Pd, Renzi annuncia: ‘’Mi dimetto da segretario del partito, ma non mollo’’
Pubblicato il 12/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni Politiche: terremoto in casa Pd, Renzi verso le dimissioni
Pubblicato il 05/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, collegi uninominali: bocciati D’Alema e Grasso, passano Delrio, Boschi, Lorenzin e Casini
Pubblicato il 05/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Pd primo partito è importante per l’Italia’’
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Senza i numeri si torni al voto, sono d’accordo con Berlusconi’’
Pubblicato il 06/02/2018 • leggi all'articolo
Caso Boschi, Padoan: ‘’Non ho autorizzato nessuno a occuparsi di banca Etruria’’
Pubblicato il 18/12/2017 • leggi all'articolo
Direzione Pd, Renzi: ‘’Serve sforzo unitario’’
Pubblicato il 14/11/2017 • leggi all'articolo
Ballottaggi Comunali: bene Forza Italia, male il Pd
Pubblicato il 26/06/2017 • leggi all'articolo
Elezioni anticipate, Renzi: ‘’Non cambia nulla se si vota sei mesi prima’’
Pubblicato il 31/05/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus