08/03/16 Genova, maxi truffa sulla raccolta differenziata: 7 arresti e 30 indagati

GENOVA.  Dalle prime ore di questa mattina i carabinieri per la tutela dell'ambiente di Milano, in collaborazione con i comandi provinciali dei carabinieri di Genova e di Alessandria, al termine di un'articolata e complessa attività d'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Genova, stanno eseguendo sette ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari ed una serie di perquisizioni e sequestri di beni a carico di dirigenti e dipendenti di Amiu Genova, l'azienda municipalizzata che gestisce l'intero ciclo dei rifiuti nel capoluogo ligure e di Switch 1988 Spa, la principale subappaltante di Amiu per la raccolta differenziata.

In manette, con l'accusa a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro la pubblica amministrazione ed al traffico illecito di rifiuti, sono finiti Maurizio Dufour, socio e presidente del consiglio di amministrazione di Switch 1988 Spa, Roberto Curati e Stefano Ionadi, rispettivamente socio e dipendente della stessa società, Massimo Bizzi, dirigente di Amiu Genova ed i dipendenti Roberta Malatesta, Tonito Magnasco e Claudio Angelosanto. Complessivamente sono 30 le persone indagate nell'ambito delle indagini.

L'operazione di oggi ha preso spunto dall'inchiesta che nel novembre del 2014 aveva portato all'arresto dei fratelli Mamone e della famiglia Raschellà, insieme all'allora dirigente dell'ufficio acquisti di Amiu Genova, Corrado Grondona, che è stato a sua volta denunciato per associazione per delinquere, corruzione e svariati reati in materia ambientale oltre che nei confronti della pubblica amministrazione.

Grazie all'analisi incrociata di quanto emerso dalle attività tecniche e dai servizi di osservazione e pedinamento posti in essere dai carabinieri del nucleo operativo ecologico di Genova, oltre che dagli atti acquisiti in occasione delle numerose perquisizioni, sono stati rilevati innumerevoli episodi di gestione illecita della raccolta differenziata di plastica, carta, cartone, rifiuti ingombranti e rifiuti pericolosi operata da Switch1988, che avrebbe generato un considerevole traffico illecito di rifiuti con conseguenti profitti fraudolenti per la società. E' stata inoltre accertata una truffa nei confronti dei cittadini, sottoforma di maggiori oneri tariffari e del Comune di Genova, con la compiacenza e la collaborazione di numerosi dirigenti e dipendenti di Amiu.

Articoli correlati

Genoa: maxi sequestro di eroina, 270 kg in un container partito dall’Iran
Pubblicato il 08/11/2018 • leggi all'articolo
Genova: cadavere di un anziano trovato in una voragine aperta dal 2016
Pubblicato il 15/03/2018 • leggi all'articolo
Genova: 35enne uccide il marito a coltellate dopo una lite
Pubblicato il 23/06/2017 • leggi all'articolo
Genova: uccide vicina e la nasconde sotto al letto, si cerca l’omicida
Pubblicato il 02/05/2017 • leggi all'articolo
Genova: arrestato il direttore dell’Agenzia delle Entrate
Pubblicato il 11/04/2017 • leggi all'articolo
Genova: ragazzina accoltellata all’addome, arrestato il padre
Pubblicato il 27/02/2017 • leggi all'articolo
Genova: panettiere uccide dipendente 25enne dopo lite
Pubblicato il 05/01/2017 • leggi all'articolo
Genova: poliziotto uccide la moglie e due figlie e si toglie la vita
Pubblicato il 02/11/2016 • leggi all'articolo
Genova: arrestato scippatore seriale nel centro storico
Pubblicato il 02/06/2016 • leggi all'articolo
Genova: costringeva la figlia e la nipote a prostituirsi per giocare al Bingo, arrestata
Pubblicato il 11/02/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus