16/05/13 Aversa Normanna visita Società Recupero Imballaggi

AVERSA. In un clima di cordialità e amicizia, una delegazione della S.F. Aversa Normanna, guidata dal presidente Giovanni Spezzaferri e dall'ad Alfonso Cecere, ha visitato lo stabilimento degli sponsor della società granata, la S.R.I. (Società Recupero Imballaggi), nella zona Asi di Aversa Nord.

Ad accogliere nell'imponente struttura i massimi dirigenti normanni, giunti insieme a Michele Orabona e Luigi Balato, rispettivamente responsabile dell'area tecnica e responsabile organizzativo del settore giovanile, ed ai giovani calciatori Esposito, Salzano e Sellitti, è stato il presidente della S.R.I. Antonio Diana, che ha fatto gli onori di casa.

Diana ha accompagnato i graditi ospiti nei capannoni e negli uffici dell'azienda leader nel Mezzogiorno del riciclo di bottiglie in PET provenienti dalla raccolta differenziata, un luogo dove gli imballaggi da rifiuto sono trasformati in materia nuova. Da parte di Diana c'è stata la conferma del sodalizio con l'Aversa Normanna, "società che si è dimostrata propositiva e molto legata al territorio", ha affermato, elogiando le iniziative fatte insieme e proponendone altre per il prossimo futuro.

Una di queste iniziative, denominata il 'Ricicampionato', si è svolta lo scorso 20 gennaio, in concomitanza con la gara Aversa Normanna-Salernitana. In quell'occasione, all'interno dello stadio 'Bisceglia', nei settori riservati ai tifosi normanni, sono stati collocati dei contenitori in cui i supporter granata hanno introdotto materiale plastico post-consumo (bottiglie in PET).

Un'idea che ha avuto un riscontro positivo e che sicuramente verrà riproposta il prossimo anno. "E' stata una visita interessante – ha dichiarato il presidente Spezzaferri – grazie anche all'ottima accoglienza di Antonio Diana. Con le iniziative in cantiere l'Aversa Normanna e la S.R.I. dimostrano la loro volontà diffondere sul territorio una cultura rivolta alla tutela ambientale e sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata".

 

 

comments powered by Disqus