07/06/13 Appalti dell'America's Cup, indagati speciali, spicca il nome del fratello di De Magistris

NAPOLI. Il Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza ha perquisito gli uffici del Comune di Napoli e dell'Unione degli Industriali di Napoli

Perquisizioni che arrivano da un indagine della Procura di Napoli che vedono come indagati "eccellenti" vari personaggi di spicco che hanno partecipato alle fasi iniziali della progettazione dell'America's Cup, che si è tenuta a Napoli nel 2012 e nel 2013.

Tra gli indagati, spiccano quindi nomi come quelli di Mario Hubler, ex presidente dell'Acn, Paolo Graziano, presidente dell'Unione degli Industriali di Napoli, Maurizio Maddaloni presidente di Unioncamere, e infine con grnade sorpresa, Attilio Auricchio, capo di gabinetto del sindaco, e Claudio de Magistris, fratello del sindaco partenopeo.

Quattro gli appalti nel mirino della Guardia di Finanza. In relazione alla gara di appalto per il servizio di progettazione, organizzazione e relazione di eventi dell'America's Cup, è stata perquisita a Roma la sede della società "Comunicazione e Promozione srl", a Napoli le società "Costruzioni Generali Esserre srl" e "Kidea srl", e a Milano la sede di "Mediage Cia Italy srl".

Intanto, il Sindaco De Magistris commenta "Sono assolutamente sereno, come sempre. Sono, altresì, convinto che i miei collaboratori abbiano agito con correttezza, a partire da mio fratello Claudio, come dimostreranno le indagini della magistratura in cui ho fiducia".

comments powered by Disqus