01/07/16 Italia-Germania: corsi e ricorsi storici della sfida

ROMA. Non è mai troppo tardi per rendersi conto che la sfida tra Italia e Germania di sabato 02 luglio 2016 fa tornare alla mente tanti ricordi. Il primo è molto lontano e non riguarda il calcio, dove la rivalità è sempre stata accesa. Il 22 maggio 1939 fu stipulato il “Patto d’acciaio” tra Hitler e Mussolini che dava vita all’Asse Roma-Berlino e ad un  alleanza che non sarebbe andata a finire, poi, nel migliore dei modi.

Ebbene sì, forse sarà stato proprio l’esito di questo patto a far nascere la grande rivalità calcistica tra le due squadre. Il primo ricordo calcistico che viene in mente pensando ai campionati Mondiali ed Europei è la sfida del 1962. Le due squadre si ritrovarono nello stesso girone e quella volta, a differenza di tante altre, la partita non fu molto emozionante e terminò in un pareggio, che alla resa dei conti soddisfò solo la Germania con il passaggio del turno.

La sfida che viene ricordata più di tutte è quella dei Mondiali del 1970, dove le due squadre, proprio come accadrà nel 2006, si sono ritrovate in semifinale e, proprio come quell’anno, la vittoria andò all’Italia per 4-3 ai supplementari. Quella partita sarà ricordata come la “partita del secolo” con una targa commemorativa esposta fuori l’Estadio di Azteca.

Alla Coppa del Mondo risalgono anche le sfide del 1978 e 1982 che ebbero esiti completamente diversi. Per il primo anno si trattò sempre di una semifinale, ma questa volta, i tedeschi ebbero la meglio sugli italiani, imponendosi per 2-1. Mentre quella del 1982 va ricordata come la finale che regalò all’Italia il primato mondiale. La sfida si tenne in Spagna e terminò per 3-1.

Il primo incontro europeo, invece, risale al 1988, dove si incontrano ai gironi e giocano per un pareggio. Passeranno entrambe il turno, ma saranno poi eliminate in semifinale. Nel 1996 l’Italia incontra la Germania, per la prima volta riunificata dopo la caduta del “Muro di Berlino”, e ha necessità di una vittoria per superare la fase a gironi. La squadra di Sacchi porta a casa un pareggio che la costringerà ad un ritorno in  patria, mentre la Germania vincerà il titolo.

Impossibile dimenticare per gli italiani e gli appassionati di calcio la semifinale tra le due squadre durante la Coppa del Mondo del 2006, quando la squadra italiana, vinse poi il quarto titolo contro la Francia. Il risultato al Westfalenstadion di Dortmund sarà di 2-0 con reti di Grosso e Del Piero ai supplementari. La Germania non aveva mai perso in quello stadio.

Ultima sfida è quella degli Europei del 2012, dove le due squadre si incontrano in semifinale. La Germania è favorita dopo 15 vittorie consecutive, ma i pronostici si capovolgono e l’Italia vincerà per 2-1 andando a sfidare la Spagna, contro la quale perderà la finale.

Una nuova pagina di storia sta per essere scritta, un nuovo incontro tra le due eterne rivali si terrà a breve. Agli appassionati di calcio non resta che aspettare e scoprire quale sarà l’esito da scrivere in quella pagina ancora vuota.

 

Martina Napolano

Articoli correlati

UE, Juncker: ‘’Preoccupato da regresso dell’economia italiana’’
Pubblicato il 02/04/2019 • leggi all'articolo
Fmi: ‘’L’Italia rischia, preservi la riforma Fornero’’
Pubblicato il 09/10/2018 • leggi all'articolo
CONSIDERAZIONI SULLA GIORNATA MONDIALE DELLA LIBERTA' DI STAMPA
Pubblicato il 04/05/2018 • leggi all'articolo
Eminem per la prima volta in Italia: ecco quando
Pubblicato il 30/01/2018 • leggi all'articolo
Germania, i piloti si rifiutano di rimpatriare i profughi
Pubblicato il 06/12/2017 • leggi all'articolo
Tavecchio: ''Amareggiato e deluso. Domani sarà il giorno delle scelte''
Pubblicato il 14/11/2017 • leggi all'articolo
Verso Italia-Svezia: nuova esclusione per Insigne?
Pubblicato il 12/11/2017 • leggi all'articolo
Italia-Svezia, Ventura convoca anche Jorginho
Pubblicato il 04/11/2017 • leggi all'articolo
1° Agosto 1981: La nascita di MTV
Pubblicato il 01/08/2017 • leggi all'articolo
Migranti: l’Italia chiede aiuto all’Ue, ipotesi chiusura porti alle navi straniere
Pubblicato il 28/06/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus