16/05/14 Ma l'Europa ci salva davvero? sesta parte

ROMA. Cari lettori, tenetevi forte. Mentre in Svizzera, domenica prossima, si terrà un referendum per dare ai cittadini un salario minimo corrispondente a circa 3.300 Euro lordi, cosa sta succedendo in Italia?.Nei programmi televisivi, da parte della nostra classe politica, le solite  promesse in materia di crescita ed occupazione, un cauto ottimismo sulla salita del pil, sorrisi accattivanti e frasi ad effetto per conquistare i consensi, nonchè curiose rivendicazioni sul contributo fornito per il bene del Paese. Ma stanno proprio così le cose?. Arrivano notizie da parte dell’Istat che fanno tremare il governo, la cruda realtà: L’Italia detiene il triste primato dei fallimenti delle aziende,  il record  della disoccupazione, è l’unico Paese della UE con il pil negativo ( è precipitato a meno 0,1%), ha il record negativo del debito pubblico,  non si salva neppure Piazza Affari. Il tutto condito dai soliti scandali, dalla corruzione dilagante, dai disastri ambientali e da nuovi filoni di indagine. Solo gli  arresti eseguiti in questi giorni  rendono forse la pillola meno amara. Ed ora cosa potrà succedere?. Si profila all’orizzonte una manovra correttiva, cioè altre tasse che si aggiungerebbero a quelle già alte del 2014, anche se il governo nega una simile evenienza. Ma torniamo ora alla nostra Europa ed agli sprechi connessi.  Si tratta di un numero impressionante di finanziamenti, erogati a pioggia, che più che veri aiuti allo sviluppo, sembrano invece regali per amici e conoscenti. Con i soldi della UE, infatti, si finanzia nell’Eurozona qualsiasi tipo di iniziativa sportiva, gastronomica e culturale. Ha fatto scalpore il finanziamento di un convegno dal titolo “ vale la pena di lavorare “, svolto nel mezzogiorno, al fine di indurre i giovani del sud a cercarsi un lavoro, quando il lavoro non c’è. Ma non è solo il sud che riceve finanziamenti a pioggia: più di ogni altra regione riceve la Lombardia, per controllare ad esempio la genuinità della polenta, per insegnare come si prepara un drink, per finanziare palestre e concorsi di ogni tipo. Eppure, i documenti ufficiali sui fondi europei parlano di sostegno all’occupazione e di coesione sociale. Comunque, se può consolare, non è vero che i contributi europei vengono sprecati solo in Italia. Fondi destinati all’agricoltura sono stati utilizzati in Svezia per rottamare pescherecci, altri per favorire la coltivazione di cannabis, in un Paese oltretutto dove la vendita di cannabis è illegale. In Germania, per finanziare società con terreni da caccia. Alcuni milioni di Euro destinati all’agricoltura sono stati dirottati  verso le banche, altri milioni sono stati utilizzati per finanziare coltivazioni di tabacco, altri ancora per sovvenzionare campagne contro il fumo, quindi contro il tabacco. Migliaia di Euro, per migliorare la vita dei cani ungheresi, milioni per sovvenzionare alberghi, terme e campi da golf in Germania. Ma allora c’è da chiedersi, perché dobbiamo dare i nostri soldi ad un facoltoso circolo tedesco che fa pagare ai propri illustri ospiti e soci cifre da capogiro?. Oltretutto, molte di queste iniziative hanno avuto anche dei flop clamorosi, come le sovvenzioni per la costruzione di numerosi hotel nelle Canarie che, a lavori finiti ( 30 milioni di Euro), sono stati dichiarati abusivi.   

Articoli correlati

Elezioni, Mattarella: ‘’Ora serve responsabilità, si pensi all’interesse del Paese’’
Pubblicato il 08/03/2018 • leggi all'articolo
Pd, Orlando: ‘’Il 90% del partito non vuole l’alleanza col M5S’’
Pubblicato il 07/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, assegnati i seggi proporzionali: ripescati Boldrini, Bersani e Grasso
Pubblicato il 06/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, collegi uninominali: bocciati D’Alema e Grasso, passano Delrio, Boschi, Lorenzin e Casini
Pubblicato il 05/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Pd primo partito è importante per l’Italia’’
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Senza i numeri si torni al voto, sono d’accordo con Berlusconi’’
Pubblicato il 06/02/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, i nomi dei 109 candidati casertani alle parlamentarie del M5S
Pubblicato il 16/01/2018 • leggi all'articolo
Emiliano attacca Renzi: “Vuole le elezioni solo per salvarsi”
Pubblicato il 01/02/2017 • leggi all'articolo
Napolitano: ‘’Elezioni nel 2018. Non si fa cadere un governo per il calcolo tattico di qualcuno’’
Pubblicato il 01/02/2017 • leggi all'articolo
Renzi: “In Europa è finito il tempo dei diktat”
Pubblicato il 08/11/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus