20/01/16 Adele, record su Youtube: oltre un miliardo di click per Hello

ROMA. In meno di tre mesi ha battuto ogni record, persino in Rete. Perché Adele non solo è la regina delle classifiche in tutto il mondo con il nuovo album "25", ma è riuscita a sbancare anche su Youtube. Il videoclip della sua "Hello", infatti, ha superato il miliardodi visualizzazioni nel minor tempo mai registrato finora. Scalzando dal podio Psy, che con "Gangnam Style" era arrivato alla stessa cifra ma in 160 giorni.

Il video è stato pubblicato il 22 ottobre e alla cantante britannica, per arrivare al traguardo, sono bastati 89 giorni. "Hello" è anche in cima alle classifiche di singoli di iTunes in Italia e in altri 105 Paesi, è la canzone più ascoltata in streaming su Spotify a livello mondiale, e da giorni è tra i trend topic di Twitter macinando centinaia di migliaia di condivisioni su Instagram e Facebook. Insomma, la grande scalata di Adele non si ferma più...

Articoli correlati

Spari nel quartier generale di Youtube in California: 4 i feriti
Pubblicato il 04/04/2018 • leggi all'articolo
Isis: YouTube e Facebook uniti contro i video di propaganda
Pubblicato il 28/06/2016 • leggi all'articolo
Youtube lancia il live streaming per Android e iOS
Pubblicato il 27/06/2016 • leggi all'articolo
Google: nel 2017 arriva YouTube Unplugged
Pubblicato il 06/05/2016 • leggi all'articolo
YouTube: arriva la diretta streaming a 360 gradi con l'audio ambientale
Pubblicato il 19/04/2016 • leggi all'articolo
Grammy Awards: Adele stecca con la canzone "All I ask"
Pubblicato il 16/02/2016 • leggi all'articolo
Instagram mostra le visualizzazioni video come YouTube
Pubblicato il 15/02/2016 • leggi all'articolo
Adele accusata di plagio: Million Years Ago sarebbe copiata da un cantante turco
Pubblicato il 09/12/2015 • leggi all'articolo
Youtube sfida Netflix: arrivano film e serie tv
Pubblicato il 04/12/2015 • leggi all'articolo
Adele annuncia il nuovo Tour 2016: due date all'Arena di Verona
Pubblicato il 27/11/2015 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus