17/07/13 Processo Concordia: Schettino chiede patteggiamento

GROSSETO. Riparte il processo per il naufragio della costa Concordia che nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, all'isola del Giglio, costò la vita a 32 persone. 

Francesco Schettino, ex comandante della Costa Concordia, è accusato di omicidio colposo plurimo, lesioni colpose plurime, abbandono di incapace a bordo e mancate comunicazioni alle autorità. La difesa di Schettino, rappresentata dall'avvocato Donato Laina, ha fatto sapere che chiederà un patteggiamento della pena pari a tre anni e cinque mesi.

Una richiesta già stata presentata e respinta durante le fasi preliminari del processo dalla Procura di Grosseto. Tra i testimoni anche Dominica Cemortan, la moldava che era sul ponte di comando al fianco del capitano la notte dell'incidente, Francesco Schettino, e il capo della Capitaneria di porto di Livorno, Gregorio De Falco.

Il processo riparte dopo il rinvio della settimana scorsa a causa dello sciopero degli avvocati.

Il collegio giudicante, composto dal presidente Giovanni Pugliatti, a latere i giudici Marco Mezzaluna e Sergio Compagnucci, si vedrà impegnato in tre sedute questa settimana, dalle dieci del mattino alle diciotto di sera, fino a venerdì.

comments powered by Disqus