09/03/14 Muore bambina di tre anni travolta da sciatore 17enne

AOSTA. Una bambina di tre anni è stata travolta e uccisa sulla piste di Gressoney-Saint-Jean in Valle D'Osta. L'incidente e avvenuto verso mezzogiorno, quando la piccola sta facendo lezione con il maestro ed altri bambini. All'improvviso è stata colpito da uno sciatore di 17 anni di Chieri (To). La piccola, Matilde D., è stata colpita violentemente al fianco e alla schiena.

Subito soccorsa, la piccina è stata trasportata in ospedale dove solo alle 15:45 è stato dichiarato il decesso. Sulla vicenda ora stanno indagando i carabinieri e la forestale.

Dalle prime notizie, pare che siano state escluse le responsabilità del gestore della pista. Secondo alcuni testimoni, il ragazzo andava ad una velocità molto elevata, con lui un amico che è riuscito a evitare l'impatto con i piccoli mentre il ragazzo non c'è l'avrebbe fatta. Dopo l'incidente il 17enne è rimasto a lungo sotto choc.

Articoli correlati

Neve e piogge in arrivo: dal 18 marzo torna Burian
Pubblicato il 14/03/2018 • leggi all'articolo
Burian: nevicate su Firenze, Genova e Bologna
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Sofia Goggia vince a Cortina: battute Vonn e Shiffrin
Pubblicato il 19/01/2018 • leggi all'articolo
Meteo: pioggia e neve in arrivo al Nord e al Centro
Pubblicato il 27/12/2017 • leggi all'articolo
Napoli, 15enne molestata a Piazza Nazionale da tre ragazzini
Pubblicato il 17/11/2017 • leggi all'articolo
Comunità Igbt campana: morti e sparizioni misteriose in pochi mesi
Pubblicato il 13/07/2017 • leggi all'articolo
Gricignano. Ennesimo incidente in via Aldo Moro, urgono interventi
Pubblicato il 01/07/2017 • leggi all'articolo
Gricignano: donna investita in via Boscariello, trasportata d'urgenza al Moscati
Pubblicato il 19/06/2017 • leggi all'articolo
Teverola: Raffaele non ce l'ha fatta, il 25enne muore a seguito dell'incidente
Pubblicato il 23/05/2017 • leggi all'articolo
ADDIO A RINO ZURZOLO: vogliamo ricordarlo così
Pubblicato il 30/04/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus