29/07/13 Avellino, autobus precipita da viadotto: 38 morti

AVELLINO. Un viaggio religioso rivelatosi una tragedia. Sono 38 le persone che, a seguito dell'incidente di ieri avvenuto in Irpinia che ha visto un autobus precipitare dal viadotto dell'autostrada Napoli-Bari (A 16), hanno perso inevitabilmente la vita. Precisamente il dramma si è consumato nei pressi di Monteforte Irpino, in provincia di Avellino.

I passeggeri erano di ritorno a casa dopo aver visitato Padre Pio per quello che era un viaggio di pellegrinaggio. Per motivi ancora da definire, l'autobus avrebbe tamponato l'auto che lo precedeva sbandando irrimediabilmente, muovendosi lungo una barriera di cemento, continuando il suo percorso distruggendo il guard rail antistante e precipitando da un'altezza di circa 25 metri.

Per tutta la notte i Vigili del fuoco hanno fatto di tutto per estrarre i corpi dalle lamiere ed anche 3 bambini risultano feriti. Tutti e tre sono stati trasportati all'Ospedale Santobono di Napoli; due destinati rispettivamente al reparto rianimazione e chirurgia d'urgenza, il terzo, una bambina, si trova tutt'ora nel reparto di neurochirurgia della struttura napoletana.

Gli altri corpi rinvenuti sul luogo della strage sono stati trasportati all'interno della palestra della scuola media di Monteforte Irpino, divenuta una vera e propria camera ardente da 36 bare. Sono giunti immediatamente in terra avellinese numerosi parenti in lacrime.

Alessio Barbarullo, comandante dei Vigili del fuoco di Avellino, sta ancora lavorando per il recupero di un corpo: "Lo stiamo cercando, se è sotto le lamiere del bus cercheremo di trovarla il prima possibile, ma speriamo che qualcuno ci dica che non era sull'autobus".

"Mia nipote mi ha raccontato che è scoppiata la gomma sinistra dell'autobus. L'autista ha cercato di tenere il controllo in tutti i modi ma non c'è riuscito e il bus è sbandato finendo giù nel dirupo", ha detto Annalisa, una delle 10 superstiti, a suo zio Vincenzo Rusciano.

Le parole di Annalisa non lasciano escludere a prescindere l'ipotesi della "foratura del pneumatico". La polizia stradale non ha riscontrato alcun tentativo di frenata del mezzo e sul corpo esanime del conducente saranno effettuati dei test per capire se è avvenuta o meno l'assunzione di sostanze stupefacenti o alcol prima o dopo la partenza. Verranno presi in considerazione i liquidi biologici.

"Omicidio plurimo colposo", è l'accusa con la quale  la Procura di Avellino ha avviato un'indagine che, come hanno fatto sapere gli organi competenti, sarà "a tutto campo". Dal canto suo, la Polizia stradale si è già impossessata di tutta la documentazione del bus Volvo recandosi nella sede di "Mondotravel" a Giugliano e sequestrando anche documenti relativi ad altri mezzi della ditta.

Articoli correlati

Napoli, al via la quinta edizione della Biennale del Libro d'Artista
Pubblicato il 16/07/2019 • leggi all'articolo
Napoli – stupro in Circumvesuviana: presi tre italiani tra i 18 ed i 20 anni
Pubblicato il 07/03/2019 • leggi all'articolo
Napoli – il giovane giornalaio affetto da autismo conquista la città
Pubblicato il 12/02/2019 • leggi all'articolo
Napoli - bomba contro l’ingresso della storica pizzeria di Gino Sorbillo: ‘’Andiamo Avanti’’
Pubblicato il 16/01/2019 • leggi all'articolo
Napoli, un tour ''geniale'': alla scoperta dei luoghi della Ferrante
Pubblicato il 08/12/2018 • leggi all'articolo
Napoli: uomo ucciso a coltellate durante una lite al centro storico
Pubblicato il 03/12/2018 • leggi all'articolo
Napoli: sequestra l’ex compagna e la riduce in fin di vita, arrestato 52enne
Pubblicato il 05/11/2018 • leggi all'articolo
Napoli: nuova scossa di terremoto nei Campi Flegrei, scuola evacuata e gente in strada
Pubblicato il 12/10/2018 • leggi all'articolo
Napoli: nel sottosuolo del Plebiscito un ipogeo voluto da Gioacchino Murat
Pubblicato il 01/10/2018 • leggi all'articolo
Napoli: raid nella notte a Forcella, ferito 13enne
Pubblicato il 20/09/2018 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus