21/04/15 Marito cambia sesso, per la Cassazione il matrimonio resta valido

ROMA. La prima sezione civile della Cassazione, applicando i principi dettati dalla Consulta lo scorso giugno, si e' definitivamente pronunciata sul caso della coppia emiliana che, dopo il cambio di sesso effettuato dal marito nel 2009, si era opposta alla cessazione degli effetti civili del matrimonio annotata nel registro degli atti del Comune di Bologna.

La Suprema Corte ha cosi' accolto il ricorso presentato dalla coppia, sottolineando che "la conservazione dello statuto dei diritti e dei doveri propri del modello matrimoniale" e' tale "fino a quando il legislatore non consenta" ai due "di mantenere in vita il rapporto di coppia giuridicamente regolato con altra forma di convivenza registrata che ne tuteli adeguatamente diritti ed obblighi".

"Tale opzione ermeneutica - si legge nella sentenza depositata oggi dalla prima sezione civile (presidente Maria Gabriella Luccioli, relatore Maria Acierno) - e' costituzionalmente obbligata e non determina l'estensione del modello di unione matrimoniale alle unioni omoaffettive, svolgendo esclusivamente la funzione temporalmente definita e non eludibile di non creare quella condizione di massima indeterminatezza stigmatizzata dalla Corte Costituzionale in relazione ad un nucleo affettivo e familiare che, avendo goduto legittimamente dello statuto matrimoniale, si trova invece in una condizione di assenza radicale di tutela".

La Cassazione, infatti, rileva che, in casi come quello in esame, "da una comunione coniugale e familiare caratterizzata da un nucleo intangibile di diritti fondamentali e doveri di assistenza morale e materiale condizionante l'assetto della vita personale e patrimoniale dei suoi componenti si passa ad una situazione priva di qualsiasi ancoraggio ad un sistema giuridico di protezione e garanzie di riferimento". Allo stato, scrive la Corte, vi e' un "vuoto normativo, ritenuto costituzionalmente intollerabile, costituito dalla mancanza di un modello di relazione tra persone dello stesso sesso all'interno del quale poter far confluire le unioni matrimoniali contratte originariamente da persone di sesso diverso e divenute, mediante la rettificazione del sesso di uno dei componenti, del medesimo sesso".

Articoli correlati

Messi-Roccuzzo: il matrimonio dell'anno dagli invitati dal braccino corto
Pubblicato il 05/08/2017 • leggi all'articolo
La Cassazione dice sì alla stepchild adoption in casi particolari
Pubblicato il 23/06/2016 • leggi all'articolo
Caso Azzolini: Cassazione annulla l'arresto
Pubblicato il 20/11/2015 • leggi all'articolo
La Cassazione: “Giusto licenziare chi fuma spinelli sul posto di lavoro”
Pubblicato il 14/10/2015 • leggi all'articolo
Ruby bis, la Cassazione: "Processo da rifare per Fede e Minetti"
Pubblicato il 23/09/2015 • leggi all'articolo
Spiare i dipendenti su Facebook? Per la Cassazione è lecito
Pubblicato il 28/05/2015 • leggi all'articolo
Responsabilità civile toghe: Cassazione boccia le ricusazioni
Pubblicato il 27/04/2015 • leggi all'articolo
ThyssenKrupp: nuovo appello subito rinviato, scoppia la polemica
Pubblicato il 26/02/2015 • leggi all'articolo
FOTO - Hamsik si è sposato: stamattina ha detto sì a Martina
Pubblicato il 04/07/2014 • leggi all'articolo
Caso Cosentino: il Riesame annulla la scarcerazione per l'ex onorevole
Pubblicato il 06/06/2014 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus