16/10/15 Dell’Aprovitola risponde a Barbato: “Siamo alle solite!” 10 mila in meno rispetto allo staff dell’amministrazione Masi

CARINARO. “Siamo alle solite! Il capogruppo dell’opposizione, come al solito, parla senza cognizione di causa in quanto non conosce i fatti e non legge le carte”. Sono queste le parole a caldo del sindaco Annamaria Dell’Aprovitola in merito alle accuse mosse dall’opposizione, nella persone di Giuseppe Barbaro, circa l’istituzione dello staff del sindaco.

“Rispetto alle dichiarazioni rilasciate da Barbato è appena il caso di far notare in primis che lo staff, prerogativa di ogni sindaco, per la prima volta è stato istituito presso questo comune nell’anno 2000 e ripreso successivamente nell’anno 2011. Quindi non si tratta di una mia invenzione”, ribatte ancora Dell’Aprovitola.

Una precisione, poi, per il sindaco, è imprescindibile anche rispetto alla retribuzione e ai costi di questo organismo: “Giusto per essere precisi, la cifra impegnata  non è di 15 mila euro bensì di 10mila euro - esattamente il 50% in meno rispetto a quanto speso dal sindaco emerito -  per la cui istituzione con un soggetto ‘esterno’ costato ai contribuenti ben 20mila euro lordi. Poiché il capogruppo dell’opposizione era presente in quanto parte di quella maggioranza, mi chiedo perché tanta meraviglia per lo staff attuale”. E poi ancora: “ Non se lo ricorda, non lo sa proprio o non ha mai letto le carte?”

Essendo stata mossa l’accusa da parte di Barbato di non aver assunto giovani neo laureati, il primo cittadino di Carinaro precisa: “Quanto poi all’utilizzo di giovani laureati esterni è superfluo sottolineare che personalmente avrei gradito, avrei voluto, laddove le casse di questo comune lo consentissero,  assumere 4 giovani laureati e non 2. Ma questo non è possibile perché sarà il caso che io ricordi al capogruppo che assumendo dall’esterno è necessario applicare il contratto collettivo nazionale. E poiché il bilancio non consentirebbe l’assunzione nemmeno di un giovane, si  spiega la decisione di scegliere 2 dipendenti così come la legge prescrive e prevede per ottenere un lavoro e prestazioni che vanno al di fuori delle canoniche 36 ore settimanali”.

In ultima battuta Annamaria Dell’Aprovitola dichiara: “Non capisco con quale ardire si mette a fare il Masaniello – in riferimento al capogruppo Barbato – Auspico che quando sarà lui a fare il sindaco, semmai dovessi farlo, di avere tante risorse economiche per poter assumere tutti i giovani di Carinaro, così come il suo cuore desidera”.

comments powered by Disqus