25/06/13 L'emiro del Qatar abdica, ora il trono nelle mani del figlio 33enne Tamim al-Thani

ROMA. L'emiro del Quatar, lo sceicco Hamad bin Khalifa al-Thani, ha abdicato ufficialmente dopo 18 anni di trono, trasferendo tutti i suoi poteri nelle mani del figlio Tamim bin Hamad al-Thani, attuale proprietario del Psg.

Hamad, noto per l'enorme ricchezza accumulata, era salito al potere nel 1995 con un colpo di stato condotto contro il padre, lo sceicco Khalifa. Durante il suo governo e' stato capace di trasformare il piccolo Stato del Golfo Persico in uno dei principali player mondiali, grazie soprattutto allo sfruttamento e allo sviluppo delle sue riserve di gas. Lo sceicco ha praticamente trasformato l'emirato nel secondo paese piu' potente del Golfo Persico, in cui le donne hanno il diritto di voto. Nella speciale classifica di Forbes del 2008 il patrimonio di Hamad e' stato valutato intorno ai 2 miliardi di dollari. Nel 1996 ha creato la prima rete all-news del mondo arabo, Al Jazeera, facendola diventare il canale di riferimento dell'area, lanciando poi la versione in inglese. Si e' aggiudicato i mondiali di calcio del 2022 e ha moltiplicato gli investimenti di famiglia all'estero, in particolare a Londra dove possiede i grandi magazzini di 'Harrods' e ha finanziato la costruzione del grattacielo 'The Shard' di Renzo Piano. Ma, soprattutto, Hamad guida la Qatar investment authority (Qia), il fondo sovrano del piccolo emirato, grande quanto l'Abruzzo ma con il secondo reddito pro capite al mondo dopo il Liechtenstein.

Nel 2011 Hamad si e' distinto infatti per il forte sostegno offerto alle rivolte della Primavera araba. Oggi il piccolo Stato del Golfo e' anche un crocevia alla crisi siriana: sostiene i i ribelli anti-Assad e malgrado mantenga buoni rapporti con Israele, appoggia Hamas a Gaza, di cui ospita nella capitale il leader politico, Khaled Meshaal. A Doha, infine, la settimana scorsa e' stato inaugurato, con la benedizione di Washington, l'ufficio politico dei talebani in vista dell'avvio di negoziati con il governo afghano.

comments powered by Disqus