25/05/16 Tim: utenti in rivolta contro i rincari alle tariffe mobili ricaricabili

ROMA. La Tim ha deciso di far scattare dei rincari (2 euro) per alcuni piani tariffari base ricaricabili. Un rincaro che si applica anche agli utenti già attivi, senza modifiche nel traffico e nei servizi inclusi. Ad Aduc la mossa ricorda quella già tentata da Tim ad aprile e che aveva fatto scattare un alto là da Agcom, che l'operatore - fortunatamente per i suoi clienti - aveva poi scelto di rispettare. Tim aveva rinunciato ai rincari di massa (che andavano sotto il nome della tariffa Prime), ma secondo Aduc adesso ritenta la stessa mossa.

Di qui la denuncia alle autorità Agcom e Antitrust, annunciata oggi dall'associazione dei consumatori. Di fatto di tratta un costo fisso introdotto dalla compagnia telefonica che procederà all’addebito automatico a carico dell’utente. Questo nonostante ciò che dice Tim: “Fermo restando l’addebito settimanale 49 cent/€ previsto dal profilo tariffario base Tim prime go, comunque applicabile, le offerte di minuti, sms e giga inclusi, eventualmente attive sulla tua linea, non subiranno alcuna variazione”.

Ma Tim prime go può essere cambiato passando a un altro piano tariffare. Chi dunque ha ricevuto l’sms di attivazione di Prime go, può farlo in 2 minuti in modo automatico, senza il ricorso all’operatore telefonico o al negozio Tim. 

Articoli correlati

Timvision: arriva il decoder con sistema operativo Android Tv
Pubblicato il 15/07/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus