11/02/14 Caso Marò: spunti di riflessione

ROMA. La Corte Suprema indiana ha rinviato al 18 febbraio la decisione in merito all’imputazione dei due fucilieri di marina a causa della assoluta differenza di posizione tra l’accusa e la difesa.

La Procura Generale, infatti, ha presentato una ipotesi di accusa basata sulla legge antipirateria (Sua Act), senza avanzare richiesta per la pena di morte. L’accusa di violenza, benché ridimensionata, potrebbe comportare comunque la reclusione dei due militari sino a 10 anni. Il Governo italiano ha reagito evidenziando come la decisione indiana leda la dignità della Nazione ed ha chiesto alla Corte il rientro dei due marò in Italia.

Alcune riflessioni al riguardo: come si fa a scorporare dalla legge penale Sua Act la pena di morte che è obbligatoria? A che servono le parole, le minacce di ritorsioni se a queste non seguono immediatamente i fatti? Personalmente sono convinto che solo il sostegno internazionale (ONU e UE) potrebbe risolvere la controversia che va avanti da due anni. Una occasione da non perdere potrebbe essere rappresentata dal prossimo meeting dei Paesi OSCE che si terrà tra qualche giorno a Vienna. Dal punto di vista giuridico una difesa incentrata sulla immunità funzionale potrebbe essere decisiva.

Basta quindi con il dialogo sterile, con le indignazioni, con gli annunci. I fatti, ci vogliono i fatti!

Articoli correlati

L’Onu contro Trump: ‘’Frasi vergognose e scioccanti’’
Pubblicato il 12/01/2018 • leggi all'articolo
Trump all’Onu: ‘’Se la Corea del Nord attacca, la distruggeremo’’
Pubblicato il 19/09/2017 • leggi all'articolo
L'Ue punisce Google: multa da 2.4 miliardi
Pubblicato il 27/06/2017 • leggi all'articolo
Mattarella: ''Legittimo migliorare l'Ue, ma non si può dimenticare il passato''
Pubblicato il 17/03/2017 • leggi all'articolo
ONU: 2016 anno nero per i diritti umani nel mondo
Pubblicato il 12/12/2016 • leggi all'articolo
Clima, l’Onu lancia l’allarme: “Il 2016 sarà l’anno più caldo di sempre”
Pubblicato il 14/11/2016 • leggi all'articolo
Ue, Google si difende: “Android non distorce la concorrenza”
Pubblicato il 11/11/2016 • leggi all'articolo
Renzi: “In Europa è finito il tempo dei diktat”
Pubblicato il 08/11/2016 • leggi all'articolo
Juncker a Renzi: “Ci attacca? Non può farlo e in realtà me ne frego”
Pubblicato il 08/11/2016 • leggi all'articolo
Burkini, l’Onu critica la Francia: “Bandirlo è stupido”
Pubblicato il 31/08/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus