02/07/13 Sequestri beni Coppola, spunta la tesi della ristrutturazione aziendale

GRICIGNANO. Questa mattina, presso il Tribunale del Riesame di Napoli, si è tenuta l'udienza delle istanze di dissequestro presentate dai legali difensori delle società appartenenti al gruppo Coppola. L'inchiesta riguarda anche presunte elusioni nel pagamento dell'Iva, che lo scorso 12 giugno provocarono il sequestro preventivo dei beni della famiglia Coppola per un valore di circa 9 milioni di euro.

Sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti, con l'operazione coordinata dalla Dda di Napoli ed eseguita dai militari del comando provinciale della Finanza partenopea, sono finite le seguenti società di proprietà della famiglia Coppola: la Mirabella Spa, L'Agricola Ponteammare Srl, il Consorzio per Gricignano d'Aversa, Gricignano 3 Srl, Progetto Industriale Srl, la Servizi Turistici Srl e il Consorzio Tecnoservizi.

Gli avvocati difensori, sia civilisti che penalisti, hanno tentato di dimostrare l'infondatezza delle accuse contestate alle società indagate, sostenendo la tesi della ristrutturazione aziendale.

A questo punto si attende solo la decisione del Riesame, che entro pochi giorni dovrebbe esprimersi sul dissequestro dei beni dei Coppola.

comments powered by Disqus