28/06/16 Isis: YouTube e Facebook uniti contro i video di propaganda

ROMA. Facebook e YouTube hanno deciso di combattere l’Isis cancellando i video di propaganda. I due colossi stanno lavorando su una tecnologia realizzata sulla base di un sistema già usato per individuare e rimuovere i contenuti coperti da copyright: i video pubblicati sul web verrebbero confrontati con un database di immagini già archiviate come proibite e nel caso di analogie verrebbero eliminati.

Di recente Google, Facebook e Twitter sono stati accusati in tribunale, dal padre di una delle vittime degli attentati di Parigi, di aver permesso la diffusione di contenuti di propaganda terroristica. E lo scorso febbraio i due fondatori di Facebook e Twitter, Mark Zuckerberg e Jack Dorsey, sono finiti nel mirino dell'Isis: sono apparsi in un video di 25 minuti diffuso online e firmato da un gruppo di sostenitori dell'Isis che si fa chiamare "Sons Caliphate Army".

I due Ceo, le cui immagini si vedono avvolte dalle fiamme e perforate da proiettili, vengono minacciati per il blocco sui social network degli account riconducibili a estremisti. 

Articoli correlati

Spari nel quartier generale di Youtube in California: 4 i feriti
Pubblicato il 04/04/2018 • leggi all'articolo
Manipolati da Social e Società di Marketing: ma a noi importa davvero?
Pubblicato il 29/03/2018 • leggi all'articolo
Facebook rivoluziona il News Feed per "renderci più felici"
Pubblicato il 13/01/2018 • leggi all'articolo
Milano: 22enne egiziana espulsa per terrorismo: ‘’Progettava attentato in Italia’’
Pubblicato il 14/11/2017 • leggi all'articolo
Cane attaccato dai bracconieri: veterinari sconvolti ma tentano di salvarlo
Pubblicato il 09/11/2017 • leggi all'articolo
Gioia Tauro: sequestrata droga dell’Isis, si temono rapporti tra ‘Ndrangheta e Stato Islamico
Pubblicato il 03/11/2017 • leggi all'articolo
Isis, la tv irachena conferma: ‘’Al Baghdadi morto, presto il nuovo califfo’’
Pubblicato il 11/07/2017 • leggi all'articolo
Isis, Mosca: ‘’Forse abbiamo ucciso al Baghdadi in un raid’’
Pubblicato il 16/06/2017 • leggi all'articolo
Lecco: lascia due figlie e il marito per arruolarsi con l’Isis
Pubblicato il 05/12/2016 • leggi all'articolo
Privacy: Facebook sospende condivisione dati con WhatsApp
Pubblicato il 18/11/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus