15/05/20 Trading online, il conto demo: imparare ad investire nei mercati senza rischiare alcunché

ROMA. Investire è, da sempre, una priorità per qualsiasi persona, indipendentemente dalla mole di soldi a disposizione. Per quanto ovvio, maggiore è la disponibilità economica, più ampie saranno le opportunità di guadagno o perdita. Ma anche investendo piccole cifre, in alcuni optando anche per un piccolo piano di accumulo, particolarmente indicato in un momento di forte volatilità come quello attuale, si possono cogliere alcune opportunità presenti nei mercati. Attualmente, la modalità preferita dai risparmiatori di tutto il mondo per allocare i propri soldi, è senza alcun dubbio il trading online.

 

Internet ha ampliato, sensibilmente, la cultura finanziaria dei risparmiatori

 

Grazie ad esso, è possibile effettuare operazioni di compravendita nei mercati sfruttando i canali remoti, quali smartphone, pc o tablet e le grandi potenzialità di Internet, che ha avvicinato, sensibilmente, gli internauti al mondo finanziario. D’altro canto, un problema atavico di moltissime persone è sempre stata la cultura finanziaria, che, obiettivamente, era possibile implementare, un tempo, solo grazie a costosissimi corsi o manuali, talvolta scritti in maniera molto tecnica e difficilmente comprensibili alla maggior parte delle persone non addette ai lavori. Grazie alla rete, e alla nascita di portali finanziari seri ed affidabili, questo gap è stato in buona parte colmato. Non è raro, infatti, ampliare la propria cultura finanziaria grazie alla presenza di guide scritte in maniera chiara ed accessibili alla maggior parte degli utenti.

 

Il primo step per “fare trading”, di conseguenza, è quello di aumentare il proprio bagaglio di conoscenze finanziarie, allo scopo di effettuare consapevolmente i propri investimenti: nel 2020 non è concepibile non conoscere la differenza tra azioni ed obbligazioni, piuttosto che quella tra Forex e Criptovalute. Quando si approccia al mondo del trading, poi, è importante avere ben presente una strategia di investimento. Ed anche in questo caso, i portali dei broker più seri ed affidabili vengono in soccorso degli utenti, mettendo a disposizione degli indicatori necessari a comprendere se quel titolo o asset è appetibile in un determinato momento. L’analisi tecnica, che studia i fenomeni finanziari avvalendosi dell’ausilio di grafici di facile lettura, è da sempre uno strumento particolarmente sfruttato dai trader, specie coloro che adorano operare con una gittata di breve termine.

 

Trading online: gli orizzonti temporali soggettivi cozzano, spesso, con quelli normativi

 

Prima di scegliere qualunque strategia, è decisamente importante stabilire degli obiettivi di rendimento e dei prezzi di uscita sia in uno scenario positivo, ossia di guadagno, che negativo, ovvero di perdita: tecnicamente parlando, si tratta di fissare degli stop loss (limite entro il quale non è più sostenibile la discesa del prezzo di un titolo) e take profit (limite entro il quale è opportuno vendere il titolo e concretizzare il guadagno). Avere chiari questi paletti, aiuta l’investitore ad operare con maggior ragionevolezza anche nelle situazioni in cui i mercati, come avvenuto recentemente a causa dello scoppio dell’emergenza sanitaria, rispondono con poca razionalità e molto emotività. Un altro aspetto rilevante, poi, riguarda l’orizzonte temporale. Ognuno, di fatto, ne ha uno proprio, ma è buona norma ricordare che, fior di studi accademici, delineano dei determinati orizzonti temporali in base all’asset nel quale investe il risparmiatore.

 

Ad esempio, chi investe nel mercato azionario deve necessariamente avere un approccio non di breve termine, in modo da poter recuperare i soldi investiti qualora si manifestassero degli storni improvvisi, nonostante, sempre con maggior frequenza, i trader cerchino di sfruttare le oscillazioni dei listini azionari in un’ottica “mordi e fuggi”. Prima di operare nel mondo del trading, per comprendere appieno anche le varie funzionalità messe a disposizione degli utenti, sarebbe opportuno effettuare un periodo di prova, dove il risparmiatore non rischia di tasca propria: aprire un conto demo, come, ad esempio, https://tradingonline.it/etoro/come-aprire-conto-etoro, rappresenta il primo passo fondamentale per capire i meccanismi dei mercati finanziari ed operare, solo in un secondo momento, investendo i propri risparmi.

comments powered by Disqus