03/07/13 Terremoto in Regione, 53 consiglieri indagati per peculato

CASERTA. L'ennesimo scandalo riguardo lo spreco di denaro pubblico si abbatte sulla politica. Questa volta è toccato alla Regione Campania. Cinquantatre consiglieri regionali infatti sono finiti nel registro degli indagati della procura di Napoli con l'accusa di peculato.

Nel mirino degli inquirenti i fondi destinati ai gruppi politici presenti in Regione Campania, per un totale di circa 2,5 milioni di euro usati indebitamente dai consiglieri.

Gli investigatori sospettano che i consiglieri dell'Idv avrebbero percepito irregolarmente il 95% dei rimborsi, il Nuovo Psi il 91%, il Pdl l'89%, il Pd l'82%, l'Udc il 65%. Tra gli indagati, stando a quanto si è appreso, non figura l'attuale presidente della Regione Stefano Caldoro, che dagli accertamenti risulta non aver preso alcuna somma dei fondi destinati ai gruppi consiliari, e non figurano i consiglieri che si dimisero dalla carica senza prendere rimborsi.

I fondi destinati al funzionamento dei gruppi sarebbero stati utilizzati, tra le altre cose, per spese di ristoranti, sigarette e addirittura per l'acquisto di giocattoli.

Il presidente della Regione, Stefano Caldoro, ha dato tutta la disponibilità e collaborazione possibile per facilitare il lavoro di indagine agli agenti della Guardia di Finanza, coordinati dalla procura di Napoli.    

                                      

comments powered by Disqus