11/11/14 Napoli: perde il lavoro, 55enne si impicca nel garage di casa

NAPOLI. In mobilità da otto mesi, un ex guardia giurata di 55 anni, Aniello D'Auria, si è impiccato questa mattina nel garage di casa. Il corpo dell'uomo, che prestava servizio all'ospedale civile di Gragnano (Napoli), è stato ritrovato questa mattina privo di vita nel box della sua abitazione in via D'Annunzio a Castellammare di Stabia.

Niente lasciava presagire una così drastica risoluzione e l’accaduto si è rivelato un fulmine a ciel sereno per la sua famiglia, la moglie e i tre figli, per tutte le comunità di Castellammare in cui era residente e di Gragnano di cui era originario. Ieri sera D’Auria era tranquillamente in giro per le strade stabiesi e nelle ore che precedono il suicidio non aveva avuto comportamenti particolari.

Articoli correlati

Napoli, al via la quinta edizione della Biennale del Libro d'Artista
Pubblicato il 16/07/2019 • leggi all'articolo
Napoli – stupro in Circumvesuviana: presi tre italiani tra i 18 ed i 20 anni
Pubblicato il 07/03/2019 • leggi all'articolo
Napoli – il giovane giornalaio affetto da autismo conquista la città
Pubblicato il 12/02/2019 • leggi all'articolo
Napoli - bomba contro l’ingresso della storica pizzeria di Gino Sorbillo: ‘’Andiamo Avanti’’
Pubblicato il 16/01/2019 • leggi all'articolo
Napoli, un tour ''geniale'': alla scoperta dei luoghi della Ferrante
Pubblicato il 08/12/2018 • leggi all'articolo
Napoli: uomo ucciso a coltellate durante una lite al centro storico
Pubblicato il 03/12/2018 • leggi all'articolo
Napoli: sequestra l’ex compagna e la riduce in fin di vita, arrestato 52enne
Pubblicato il 05/11/2018 • leggi all'articolo
Napoli: nuova scossa di terremoto nei Campi Flegrei, scuola evacuata e gente in strada
Pubblicato il 12/10/2018 • leggi all'articolo
Napoli: nel sottosuolo del Plebiscito un ipogeo voluto da Gioacchino Murat
Pubblicato il 01/10/2018 • leggi all'articolo
Napoli: raid nella notte a Forcella, ferito 13enne
Pubblicato il 20/09/2018 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus