30/12/15 Renzi: "La politica batte il populismo, senza riforme ho fallito"

ROMA. L'Italia, a differenza di una anno fa, "e' un Paese stabile". Forse, "il piu' stabile dei Paesi europei". Matteo Renzi parte da qui per ripercorrere, durante la tradizionale conferenza stampa organizzata dall'Ordine dei Giornalisti, la strada fatta dal suo governo nel 2015, lungo la rotta delle riforme che, per il premier, hanno messo l'Italia al sicuro dai rischi connessi alla crisi, al populismo, all'instabilita' politica e, non ultimo, agli effetti derivanti da una crisi bancaria. Riforme che vedranno, nel 2016, il loro sigillo nel referendum confermativo.

Un passaggio cruciale per il governo e ancor di piu' per il destino politico del premier: "E' del tutto evidente che se perdo il referendum costituzionale, considero fallita la mia esperienza in politica", sono state le parole delpremier. Comunque vada, quella di presidente del consiglio sara' l'ultimo incarico pubblico. "Ho un profondo amore per l'Italia e sono a fare il presidente del Consiglio come mio ultimo ruolo pubblico.

Quando fai il presidente del Consiglio, dopo lasci e questo per me sara' l'ultimo incarico, l'ultimo servizio pubblico", ha spiegato, dando per acquisito che il limite e' il secondo mandato da premier.

Come suo solito, Renzi non lesina battute ad effetto e anche le slide, con il formato del taccuino (strumento di lavoro di ogni giornalista), presentano ognuna un gufo stilizzato, ormai una sorta di 'logo' di questa legislatura. Il riferimento e' a quanti, solo un anno fa, si affrettavano a mettere una pietra tombale sulle riforme costituzionali, su quella delle legge elettorale, sul Jobs Act e la Buona Scuola.

Tutto fatto, dice Renzi'spuntando' uno ad uno i provvedimenti del suo governo. Quasi tre ore di conferenza in cui Matteo Renzi lascia molto spazio alla politica internazionale, dai rapporti con l'Europa alla stabilizzazione in Libia. Sul primo punto, Renzi tiene a precisare che non c'e' nessun attacco in corso da parte sua nei confronti della Cancelliera Angela Merkel: "Chiediamo solo che le regole europee valgano per tutti".

Un riferimento alla contestata prassi del doppio standard, una prassi riconosciuta ma non 'certificata' a livello europeo per cui la Germania godrebbe di un peso maggiore ai tavoli europei. Una prassi che il presidente del consiglio ha 'denunciato' nel corso dell'ultima riunione a Bruxelles "chiedendo semplicemente se la politica energetica europea fosse cambiata, se quello che vale per Southstream vale anche per Northstream". In altre parole: se le sanzioni contro la Russia non permettono la realizzazione di un gasdotto che la colleghi al Sud, perche' la stessa cosa non dovrebbe valere per un'altra struttura che lega Russia e Germania? "I rapporti con Angela Merkel", assicura pero' Renzi, "rimangono buoni". Cosi' come quelli con il presidente della Commissione, Jean Claude Junker al quale il premier si riferisce chiamandolo confidenzialmente Jean Claude. E semmai dovesse esserci il rischio di una implosione del progetto europeo, questa deriverebbe dallo snaturamento della stessa ragione sociale d'Europa, da comunita' di popoli a mero insieme di norme contabili e burocratiche, sottolinea Renzi, e non in ragione delle difficolta' economiche, che pure ci sono: "se l'Europa oggi cresce meno dell'Italia, e' perche' la sua politica economica e' sbagliata", sottolinea il premiertornando sulla necessita' di abbandonare le politiche di sola austerity a favore della crescita e degli investimenti.

Articoli correlati

Renzi a Firenze: ‘’Pensano di essersi liberati di me, ma si sbagliano’’
Pubblicato il 10/09/2018 • leggi all'articolo
Pd, Renzi annuncia: ‘’Mi dimetto da segretario del partito, ma non mollo’’
Pubblicato il 12/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni Politiche: terremoto in casa Pd, Renzi verso le dimissioni
Pubblicato il 05/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, collegi uninominali: bocciati D’Alema e Grasso, passano Delrio, Boschi, Lorenzin e Casini
Pubblicato il 05/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Pd primo partito è importante per l’Italia’’
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Senza i numeri si torni al voto, sono d’accordo con Berlusconi’’
Pubblicato il 06/02/2018 • leggi all'articolo
Direzione Pd, Renzi: ‘’Serve sforzo unitario’’
Pubblicato il 14/11/2017 • leggi all'articolo
Ballottaggi Comunali: bene Forza Italia, male il Pd
Pubblicato il 26/06/2017 • leggi all'articolo
Elezioni anticipate, Renzi: ‘’Non cambia nulla se si vota sei mesi prima’’
Pubblicato il 31/05/2017 • leggi all'articolo
Consip, Renzi al padre: ‘’Non ti credo, sei un bugiardo’’
Pubblicato il 16/05/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus