16/07/13 Terremoti, la nostra penisola continua a muoversi in senso antiorario

ROMA. L'Italia continua a muoversi in senso antiorario. Questo è quanto afferma Giovanni Gregori, geofisico del Centro Nazionale Ricerche. "L'Italia che si riorganizza, o meglio sono i pezzi di crosta terrestre sotto i nostri piedi che ora cercano di trovare un nuovo equilibrio, seppur temporaneo. L'Italia sta ruotando in senso antiorario. La parte meridionale della crosta terrestre spinge verso la parte settentrionale e, trovando resistenza nei pressi dello Stretto di Messina che fa da perno, ruota e si conficca sotto le Alpi".

Ma da cosa è provocata la dinamica dell'Africa che spinge verso nord-nord ovest? In  tempi non sospetti quando il bacino del Mediterraneo era quasi completamente un unico grande mare, l'Africa stava spingendo verso sud, allontanandosi, di fatto, dalla nostra Penisola. Quello che invece ha azionato questo nuovo movimento che stiamo vivendo tuttora ed appartiene alla nostra era geologica è la dorsale oceanica dell'Atlantico: questo enorme taglio nel cuore dell'Oceano, continuandosi ad espandere, esercita una pressione forte sulla placca africana facendola ritornare verso Nord.

E' questo, in sintesi, il processo che determina lo scacchiere litosferico del nostro continente facendolo muovere continuamente e provocando i terremoti che caratterizzano il nostro Paese.

comments powered by Disqus