14/05/14 Ma l'Europa ci salva davvero? quarta parte

ROMA. L’Euro, come abbiamo visto, ha aumentato le differenze tra gli Stati dell’Eurozona. In Germania infatti ci sono stati sette anni consecutivi di crescita ed il record dell’occupazione, in Italia nessuna crescita ed il record della disoccupazione. Proprio per questo, l’Euro per noi è stato un vero e proprio fallimento: non ha funzionato e non ci ha protetto più di tanto dalle speculazioni. Ricordate la Thatcher quando a suo tempo parlava dell’Euro come la più grande follia dell’era moderna?. Vedeva lungo la Thatcher.

Evidenziati gli effetti negativi della moneta unica, passiamo a illustrare ora gli aspetti negativi dell’Unione europea. Nella UE c’è l’unione monetaria ma nulla di più; non c’è una politica estera comune, ne’ una valida politica sull’immigrazione, ne’ una politica economica seria con unità d’intenti. Volete degli esempi?. Quando nel 2013 gli Stati Uniti e la Russia si fronteggiarono sull’intervento in Siria, metà Europa si schierò con gli USA, l’altra metà con la Russia, e l’Italia, per distinguersi, si schierò con entrambi. Ed ancora, arrivano a migliaia gli immigrati sulle nostre coste, moltissimi ci lasciano la vita, e chi si muove?. Di certo i siciliani sempre impegnati con poche risorse a salvare vite umane, non certo l’Europa. Non si risolve ancora il caso dei Marò detenuti in India, l’Europa come al solito resta ferma oppure è troppo debole per intervenire. E nella recentissima tensione tra Mosca e Kiev quale parte sta recitando l’Europa?. Diciamo pure che sul piano internazionale non conta nulla o quasi. A proposito, che fine ha fatto il progetto sull’esercito europeo?. Questa Europa così debole nella politica estera si trasforma e diventa quasi violenta nella gestione della politica economica e della finanza pubblica, soprattutto  nella politica del rigore, imponendo agli Stati membri, tra tanti parametri negativi, anche il rapporto al 3 per cento tra deficit e pil. Ma possibile che non si possa sforare il 3% quando la crisi morde e la disoccupazione galoppa?. Gli Stati  della UE non possono più decidere da soli, devono eseguire gli ordini di Bruxelles. In sostanza, è come se si commissariasse la sovranità nazionale. I Paesi membri hanno l’obbligo di inserire in Costituzione il pareggio di bilancio,così vuole Bruxelles con tutti gli effetti perversi che conosciamo. E’ obbligatorio presentare in via preventiva a Bruxelles le bozze di bilancio, prima che siano approvate dal Parlamento nazionale, come se si trattasse di un compito fatto a casa da correggere o da rifare ex novo. Ma perché dovremmo cedere la nostra sovranità all’Europa?. Almeno ottenessimo qualche garanzia in cambio. Ed invece niente di niente. Chi si avvantaggia di tutto questo?. Naturalmente, la Germania, il cui obiettivo è quello di ridurre a colonie gli stati membri più deboli, quelli che hanno perso la competitività e sono ridotti allo stremo. C’è da chiedersi allora, quando i nostri politici parlano di crescita e di sviluppo a portata di mano e quando affermano che dopo l’austerità ritornerà l’occupazione, pensano davvero di prenderci in giro?. L’Europa non ha come obiettivi lo sviluppo e l’occupazione ma solo il rispetto rigoroso dei parametri che lei stessa ha imposto, espropriando i Paesi membri del diritto di decidere.

Articoli correlati

Elezioni, Mattarella: ‘’Ora serve responsabilità, si pensi all’interesse del Paese’’
Pubblicato il 08/03/2018 • leggi all'articolo
Pd, Orlando: ‘’Il 90% del partito non vuole l’alleanza col M5S’’
Pubblicato il 07/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, assegnati i seggi proporzionali: ripescati Boldrini, Bersani e Grasso
Pubblicato il 06/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, collegi uninominali: bocciati D’Alema e Grasso, passano Delrio, Boschi, Lorenzin e Casini
Pubblicato il 05/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Pd primo partito è importante per l’Italia’’
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Renzi: ‘’Senza i numeri si torni al voto, sono d’accordo con Berlusconi’’
Pubblicato il 06/02/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, i nomi dei 109 candidati casertani alle parlamentarie del M5S
Pubblicato il 16/01/2018 • leggi all'articolo
Emiliano attacca Renzi: “Vuole le elezioni solo per salvarsi”
Pubblicato il 01/02/2017 • leggi all'articolo
Napolitano: ‘’Elezioni nel 2018. Non si fa cadere un governo per il calcolo tattico di qualcuno’’
Pubblicato il 01/02/2017 • leggi all'articolo
Renzi: “In Europa è finito il tempo dei diktat”
Pubblicato il 08/11/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus