08/05/20 (62) Musica Benefica

Dopo aver analizzato alcuni metodi naturali di autocontrollo sulla nostra salute, tipo l’osservazione della lingua o delle unghie, ora vorrei soffermare l’attenzione su dei fattori esterni che possono migliorare il nostro “Benessere”.

Oggi parliamo della Musica che possiede per sua natura un potere incredibile: riesce a liberare le emozioni umane con una facilità sorprendente. Il suo ascolto è consigliato a tutti perché entra nell’immediato nel corpo, lo fa vibrare migliorando lo stato di salute generale.

Sappiamo con certezza che l’ostacolo maggiore alla serenità psicofisica è rappresentato appunto dalla “prigionia emozionale: non esprimere ciò che si prova può portare a disequilibri fisici, relazionali e mentali anche molto gravi.

E’ necessario però saper distinguere la musica da altre forme che nulla hanno a che fare con essa: non è assordante, non isola, non provoca danni all’udito e non è mai volgare! Quella che ci fa bene è arte e terapia, è lode alla vita, è strumento originale e creativo per dare libero sfogo alla nostra personalità.

 

E’ molto importante rimanere sempre di buon umore perché il cervello regola le funzioni del nostro corpo, e per questo le patologie come la depressione possono influenzarlo fino al punto di star male fisicamente. Basandosi sui principi della musicoterapiai ricercatori della Caledonian University di Glasgow in Scozia hanno svolto un progetto durato tre anni in cui facevano ascoltare dei brani musicali ai pazienti affetti da depressione o altri disturbi dell’umore. Hanno scoperto che il ritmo e l’intensità della musica riuscivano a creare un’emozione in grado di influenzare lo stato d’animo, arrivando a creare un modello per suscitare le sensazioni volute, perché l’impatto di un brano musicale su una persona va oltre quello che si pensa. Bisogna considerare la sua tonalità, la struttura e altre caratteristiche tecniche, anche il testo di una canzone può avere un grosso impatto. Pare bastino solo 5 minuti di ascolto per sentirsi più felici, 10 minuti per avvertire i primi benefici. Le canzoni felici aumentano il flusso sanguigno verso le aree del cervello associate alla ricompensa e diminuisce il flusso verso l’amigdala, la parte associata alla paura. La musica influisce sul battito cardiaco, la pressione sanguigna, la respirazione, il livello di alcuni ormoni, in particolare quello dello stress e delle endorfine.

 

La pratica musicale, specie se iniziata in giovane età, aumenta la cosiddetta “riserva cognitiva” quel tesoretto di capacità e funzionalità cerebrale che in età avanzata contrasta lo sviluppo della demenza! Per di più è stato dimostrato che i bambini che frequentano lezioni di musica presentano una crescita superiore del quoziente intellettivo rispetto ad altre attività extrascolastiche, migliorando lo stato mentale e fisico, predisponendo all’empatia e alla socializzazione, elementi chiave di felicità  e benessere che esaltano la qualità della vita, la fortificano e la allungano.

                                           Vi invito ad ascoltare questo brano benefico:

 

Articoli correlati

Healthy Life: Apre la nuova rubrica 'Salute e Benessere' di Vocenuova, Cristiana Carradori la redattrice
Pubblicato il 15/04/2013 • leggi all'articolo
Perchè seguire Healthy Life e i consigli di Cristiana Carradori?
Pubblicato il 15/04/2013 • leggi all'articolo
Come funziona questa rubrica?
Pubblicato il 30/04/2013 • leggi all'articolo
(1) Per prima cosa consiglio a tutti la visione del film 'home'
Pubblicato il 15/05/2013 • leggi all'articolo
(4) Inquinamento? La natura ci protegge!
Pubblicato il 30/06/2013 • leggi all'articolo
(7) “L’intestino…radice dell’albero umano e secondo cervello”
Pubblicato il 15/09/2013 • leggi all'articolo
(8) E’ ora di impostare un percorso salutare
Pubblicato il 30/09/2013 • leggi all'articolo
(42) I Lieviti
Pubblicato il 25/08/2016 • leggi all'articolo
(46) Mangiamo lentamente
Pubblicato il 25/04/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus