22/04/15 Champions League, la Juventus nel principato si gioca la semifinale

ROMA. L'impressione l'hanno avuta un po' tutti, potrebbe essere davvero l'anno buono per la rinascita del calcio italiano. Dopo tanti anni di assenza una squadra del nostro paese ha la possibilità di tornare a partecipare a una semifinale di Champions League. La Juventus non ci arriva addirittura dal 2003, era una squadra di tutt'altro livello il cui unico “superstite” è Gigi Buffon, che nel frattempo è diventato capitano dei bianconeri.

In quegli anni già iniziava la fuga dai nostri campi, verso mete più prestigiose e campionati in continua ascesa. Da qualche mese a questa parte la tendenza si è però invertita, e oggi la Juventus dovrà far si che le speranze di uscire dalla crisi non siano vane. I piemontesi arrivano alla gara di ritorno favoriti rispetto agli avversari.

Dopo la vittoria dell'andata le speranze di un passaggio del turno sono ulteriormente cresciute, ma occhio a sottovalutare il Monaco di Jardim, che ha dimostrato di poter mettere in ginocchio squadre più forti sulla carta (l'Arsenal ne sa qualcosa). Allegri però può stare tranquillo, visto che oltre a Pogba non dovrebbero esserci grosse assenze. Vidal ha recuperato dalla tonsillite avuta appena due giorni fa e nonostante non sia al top della condizione dovrebbe giocare dall'inizio.

Il cileno con l'infortunio di Pogba sembra aver trovato più spazio a centrocampo, visto che prima spesso si era dovuto sacrificare giocando come trequartista, ora che occupa la sua zona di competenza sarà una delle armi più pericolose per la Juventus. Ieri nella rifinitura sono stati provati entrambi i moduli prediletti dalla vecchia signora in questa stagione, il “vecchio” 3-5-2 e “l'allegriano” 4-3-1-2. Secondo le ultime si va verso la prima opzione. Chi non dovrebbe trovare spazio sarebbe quindi Pereyra, ma in compenso vedremo all'azione tutti e tre i difensori che hanno composto la retroguardia bianconera nell'era di Antonio Conte.

Davanti sarà con molte probabilità Morata a far coppia con Tevez. Allegri ieri in conferenza stampa si è mostrato sicuro di poter passare il turno, ma ha sottolineato che la gara stasera dovrà essere giocata bene come quella d'andata: “Quando sono arrivato alla Juve ero convinto di poter fare un’annata importante. Il primo obiettivo era arrivare a marzo in corsa su tutti i fronti, e ci siamo riusciti. Ora mi aspetto un’altra grande serata, come quella di Firenze e di Dortmund. Se è il punto più alto della mia carriera?

Un quarto di finale l’ho già giocato, arrivare in semifinale sarebbe un altro passo in avanti che questa squadra può e deve fare. Per passare bisogna fare gol. Conosciamo un po’ meglio il Monaco: è una squadra molto complicata, difende molto bene, come confermano le statistiche. Ha tecnica e giocatori fisici davanti. Sarà lunga e i dettagli possono fare la differenza”.

Articoli correlati

Sorteggio Champions League: ecco le avversarie di Juve e Roma
Pubblicato il 11/12/2017 • leggi all'articolo
UEFA Champions League - Juve e Roma agli ottavi, Napoli in Europa League
Pubblicato il 07/12/2017 • leggi all'articolo
Allenatore Feyenoord: ''Napoli in vetta non per caso''
Pubblicato il 22/09/2017 • leggi all'articolo
Messi travolge la Juventus, Alisson salva la Roma
Pubblicato il 12/09/2017 • leggi all'articolo
CHAMPIONS LEAGUE, SORTEGGI LIVE: la Juve se la vedrà con il Barcellona ai quarti!
Pubblicato il 17/03/2017 • leggi all'articolo
Napoli-Real Madrid: la città partenopea blindata per l'arrivo dei blancos
Pubblicato il 03/03/2017 • leggi all'articolo
Rivali in famiglia - Juve-Napoli mette a confronto amici e fidanzati
Pubblicato il 01/11/2016 • leggi all'articolo
Monaco di Baviera: attentato in un centro commerciale. Tre attentatori in fuga.
Pubblicato il 22/07/2016 • leggi all'articolo
Juve: visite mediche ok per Benatia
Pubblicato il 14/07/2016 • leggi all'articolo
Juve a caccia del sostituto di Marchisio, si avvicina Andre Gomes
Pubblicato il 20/06/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus