09/02/17 Human Rights Watch a Trump: ''Non bandire i Fratelli Musulmani''

NEW YORK - La Human Rights Watch, organizzazione non governativa per i diritti umani a livello internazionale, ha chiesto al Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di non classificare i Fratelli Musulmani come organizzazione terroristica.

Trump ha più volte rifiutato esplicitamente qualunque forma di dialogo con l’Islam politico e gli stessi Fratelli Musulmani, spesso associandoli a gruppi terroristici. La Human Rights Watch ha pertanto stilato un documento nel quale spiega al Presidente come tale definizione dei Fratelli Musulmani  porti i suoi membri  ad essere esclusi dalla vita politica. Secondo la HRW, in effetti, definire i Fratelli Musulmani ‘gruppo terroristico’ li metterebbe, impropriamente, sulla stessa linea dello Stato Islamico e di Al Qaeda.

Secondo questo report “Se la Fratellanza Musulmana venisse considerata un’organizzazione terroristica, allora ciascun cittadino non americano ad essa legato potrebbe subire la deportazione e le conseguenze si ripercuoterebbero anche sui gruppi di carità e per i diritti civili”. Inoltre “tale designazione spingerebbe gli alleati degli USA a prendere provvedimenti repressivi nei confronti dei Fratelli Musulmani e delle loro attività”, compromettendo quindi la stabilità interna di quei Paesi.  Con l’ascesa di Donald Trump alla Presidenza degli Stati Uniti e con i suoi progetti di ‘purificazione’ del Paese, la proposta di messa al bando della Fratellanza Musulmana si fa sempre più concreta, appoggiata da personaggi politici influenti come Ted Cruz, senatore dello Stato Federale del Texas.

I Fratelli Musulmani, la cui ala politica governò l’Egitto nel biennio 2012-2013 per poi cadere per volontà popolare con la deposizione del Presidente Mohammed Morsi, furono  già banditi in Egitto nel dicembre 2013, designati come gruppo terroristico. Anche in quel caso la Human Rights Watch aveva criticato il provvedimento egiziano e, della stessa opinione, seppur in maniera ufficiosa, si era dimostrata la precedente amministrazione americana.  

Nel novembre del 2016, la Commissione Parlamentare per gli Affari Esteri del Regno Unito aveva criticato il governo inglese per la sua parzialità nei confronti del gruppo islamico. Da lì il governo aveva avviato una revisione attraverso l’ex ambasciatore dell’Arabia Saudita, Sir John Jenkins, ma ciò nonostante il movimento non fu considerato bandito in UK.  Anzi, fu introdotto un provvedimento interno che regolava l’accoglienza dei membri della Fratellanza perseguiti in Egitto, mostrando, secondo l’amministrazione politica egiziana attuale, un eccesso di tolleranza nei confronti dei Fratelli Musulmani. 

Articoli correlati

Siria, Gentiloni: ‘’Inaccettabile uso delle armi. Italia coerente alleato USA’’
Pubblicato il 17/04/2018 • leggi all'articolo
Usa, Trump propone stretta sulla vendita di armi
Pubblicato il 01/03/2018 • leggi all'articolo
Strage in Florida, Trump: ‘’Ora armiamo gli insegnanti’’
Pubblicato il 22/02/2018 • leggi all'articolo
Immigrati, Trump: ‘’Basta gente da posti di m...’’
Pubblicato il 12/01/2018 • leggi all'articolo
Gli Usa leader mondiali della vendita di armi: le vendite hanno raggiunto i 40 miliardi di dollari
Pubblicato il 27/12/2016 • leggi all'articolo
Renzi: “Auguro buon lavoro a Donald Trump”
Pubblicato il 09/11/2016 • leggi all'articolo
Usa: Donald Trump è il 45° presidente d’America
Pubblicato il 09/11/2016 • leggi all'articolo
Usa: al Pentagono testate nucleari gestite con floppy e Pc anni '70
Pubblicato il 30/05/2016 • leggi all'articolo
Usa, Facebook ai Conservatori: “Diamo voce a tutte le idee”
Pubblicato il 21/05/2016 • leggi all'articolo
Trump vince le primarie in tutti i 5 stati votanti in USA
Pubblicato il 27/04/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus