17/07/15 Rifiuti in Campania nel mirino dell'Unione Europea: multa di 20 milioni per l'Italia

LUSSEMBURGO. Danni ambientali ed economici irrecuperabili, ripercussioni gravissime sulla salute dei cittadini, degrado dell'immagine del territorio: se niente di tutto questo è bastato a smuovere le coscienze sul problema dei rifiuti in Campania, forse ci tocca ringraziare l'Unione Europea se, almeno lei, costringe a pagare gli errori. Mentre noi ci abituiamo a convivere con l'orrore da decenni, arriva la strigliata dall'alto a ricordarci che l'incoscienza e l'incompetenza portano conseguenze.

 

 Conseguenze salate, l'Italia è oggi condannata al pagamento di una multa di 20 milioni di euro per il mancato adeguamento alle regole UE del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti in Campania, maggiorata di 120.000 euro per ogni giorno di mancata applicazione delle regole dal momento della sentenza.

 

Andando a ritroso, dell'emanazione della direttiva comunitaria in materia di smaltimento dei rifiuti in Campania, la 2006/12/CE, sono passati 8 anni di fallimenti e procrastinazioni che hanno condotto la Corte di Giustizia dell'Unione Europea a condannare l'Italia già nel 2010 per il mancato adempimento ai suoi doveri rispetto alle direttive. Ora la seconda condanna. Il comunicato stampa del tribunale attesta: “non sono state adottate tutte le misure necessarie per assicurare che i rifiuti fossero recuperati o smaltiti senza pericolo per la salute dell’uomo e senza recare pregiudizio all’ambiente”. 

 

Inoltre, da quest'anno l'Italia già vantava il primato negativo di multa più alta mai inflitta dalla Corte, un ammenda di 40 milioni di euro risalente allo scorso dicembre per il problema delle discariche illegali. Tutte le irregolarità susseguitesi negli anni hanno prodotto un accumulo di rifiuti ed ecoballe (6 milioni di tonnellate) che si stima necessiteranno di un lavoro di smaltimento di almeno quindici anni, se applicato regolarmente. Fino a che punto a questo Stato converrà rimetterci, di multa in multa, pur di non cambiare registro?

Articoli correlati

UE, Juncker: ‘’Preoccupato da regresso dell’economia italiana’’
Pubblicato il 02/04/2019 • leggi all'articolo
Rifiuti, arriva il piano del Governo – Conte: ‘’Mai più terre dei fuochi’’
Pubblicato il 19/11/2018 • leggi all'articolo
Fmi: ‘’L’Italia rischia, preservi la riforma Fornero’’
Pubblicato il 09/10/2018 • leggi all'articolo
Pastorano: brucia il deposito di stoccaggio rifiuti della Gesia
Pubblicato il 24/09/2018 • leggi all'articolo
CONSIDERAZIONI SULLA GIORNATA MONDIALE DELLA LIBERTA' DI STAMPA
Pubblicato il 04/05/2018 • leggi all'articolo
Eminem per la prima volta in Italia: ecco quando
Pubblicato il 30/01/2018 • leggi all'articolo
Tavecchio: ''Amareggiato e deluso. Domani sarà il giorno delle scelte''
Pubblicato il 14/11/2017 • leggi all'articolo
Verso Italia-Svezia: nuova esclusione per Insigne?
Pubblicato il 12/11/2017 • leggi all'articolo
Italia-Svezia, Ventura convoca anche Jorginho
Pubblicato il 04/11/2017 • leggi all'articolo
Gentiloni: ‘’Siamo dalla parte dell’Europa. Prossimi 15 mesi decisivi’’
Pubblicato il 18/10/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus