11/05/15 Europe Day, Mattarella: ‘’Eccesso di austerità, Ue cambi rotta’’

ROMA. Sergio Mattarella “ammonisce” l’Unione Europea durante l’Europe Day. “Noi che siamo europeisti, non ci stanchiamo di sostenere una maggiore integrazione politica dell’Europa. Serve a questo scopo un cambiamento di rotta per ridurre gli squilibri interni e rivitalizzare le energie penalizzate da eccessi di austerità” ha dichiarato il presidente della Repubblica. L’egoismo è al di fuori dai valori dell’Unione. Ci vuole meno egoismo per dare ai nostri giovani europei una prospettiva di lavoro, di vita, di relazioni sempre più intense. Meno egoismo per affrontare in modo positivo il dramma delle migrazioni. Meno egoismo per svolgere un ruolo efficace di pace in Africa e nel Medio Oriente“, ha aggiunto il capo dello Stato.

 “L’egoismo è al di fuori dai valori dell’Unione. Ci vuole meno egoismo per dare ai nostri giovani europei una prospettiva di lavoro, di vita, di relazioni sempre più intense. Meno egoismo per affrontare in modo positivo il dramma delle migrazioni. Meno egoismo per svolgere un ruolo efficace di pace in Africa e nel Medio Oriente“, ha aggiunto il capo dello Stato.

L’Europa si fonda su grandi ideali, e di idealità ha bisogno per affrontare oggi le sfide globali. L’Europa non è soltanto un insieme di Stati che convivono nel medesimo continente. Il 65° anniversario della dichiarazione di Robert Schuman – dalla quale prese origine la Comunità del carbone e dell’acciaio, e dunque il processo di integrazione europea – è per tutti noi un’occasione di riflessione, e anche un monito, perché le responsabilità delle classi dirigenti di oggi non sono meno impegnative di quelle dell’immediato dopoguerra“, ha continuato Mattarella. “Allora l’orizzonte dell’Europa era quello della ricostruzione e della pace. Porre fine per sempre alle guerre fratricide che per secoli avevano dilaniato i popoli europei. Dare stabilità e sicurezza al percorso intrapreso dopo la liberazione dal nazifascismo, e contribuire così a una stagione di crescita, di libertà, di maggiore giustizia“, ha ricordato il presidente della Repubblica.

Grandi ideali e una visione dell’Europa nel mondo – ha continuato – ispirarono l’azione dei padri fondatori dell’Unione. ‘La pace mondiale questo è l’esordio della dichiarazione di Schumannon potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano’, ha ricordato. “Grazie a quelle scelte – ha proseguito – abbiamo avuto settant’anni di pace ed è stato costruito un modello sociale che rappresenta tuttora un traguardo in termini di diritti e di civiltà. Vogliamo fare memoria, anche se siamo consapevoli che non basta ricordare“.

 

Articoli correlati

Mattarella: ‘’Il potere inebria, servono contrappesi alla Costituzione’’
Pubblicato il 12/10/2018 • leggi all'articolo
Manovra, Draghi da Mattarella: ‘’Il Governo sottovaluta i rischi’’
Pubblicato il 05/10/2018 • leggi all'articolo
Mattarella attacca Salvini: ‘’Nessun cittadino è al di sopra della legge’’
Pubblicato il 13/09/2018 • leggi all'articolo
Governo: Di Maio e Salvini chiedono più tempo a Mattarella per la figura del premier
Pubblicato il 15/05/2018 • leggi all'articolo
Governo: Mattarella convoca Casellati al Quirinale, si va verso l’incarico esplorativo
Pubblicato il 18/04/2018 • leggi all'articolo
Consultazioni, Mattarella: ‘’Nessun progresso, ora valuterò come uscirne’’
Pubblicato il 13/04/2018 • leggi all'articolo
Elezioni, Mattarella: ‘’Ora serve responsabilità, si pensi all’interesse del Paese’’
Pubblicato il 08/03/2018 • leggi all'articolo
Elezioni politiche 2018: si vota il 4 marzo, accordo tra Mattarella e i partiti
Pubblicato il 13/12/2017 • leggi all'articolo
Sergio Mattarella firma il Rosatellum: promulgata la nuova legge elettorale
Pubblicato il 03/11/2017 • leggi all'articolo
Gentiloni: ‘’Siamo dalla parte dell’Europa. Prossimi 15 mesi decisivi’’
Pubblicato il 18/10/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus