07/09/13 L'Italia batte la Bulgaria per 1 a 0 e si avvicina al traguardo della qualificazione mondiale

PALERMO. Erano ventottomila i tifosi che hanno sostenuto l’Italia di Cesare Prandelli allo stadio Renzo Barbera di Palermo per una partita che poteva valere molto per il passaggio del turno di valenza "mondiale.

La qualificazione matematica non c’è ancora, ma alla nostra nazionale basta solo un punto e la vittoria di ieri sera ci fan ben sperare.

La partita è iniziata con un ritmo blando nei primi trenta minuti con poche occasioni e nemmeno una parata, fino a quando, al trentottesimo, il risultato è cambiato: Candreva ha ubriacato di finte Minev sulla sinistra ed ha pennellato un cross teso perfetto per Gilardino che, nel cuore dell’area di rigore, ha insaccato di testa; è il goal del vantaggio. Poco dopo l'Italia sfiora il raddoppio con Antonelli che crossa verso il suo compagno di club Gilardino ( nonché il mattatore della gara ), il quale viene però anticipato da Mihajlov che smanaccia ed evita il peggio; finisce il primo tempo con l’Italia avanti senza troppi affanni.

Nella ripresa gli azzurri sembrano ancora negli spogliatoi e i Bulgari cercano di approfittare della situazione. Popov, servito in area da Nedelev, si vede respingere il tiro sulla linea da Buffon che, poco dopo, si ripete con altri due grandi interventi. Dopodiché iniziano le sostituzioni, purtroppo per gli italiani obbligate. Entrano Astori per Antonelli infortunato e Giaccherini per Insigne. Ma il più pericoloso degli azzurri è sempre uno strepitoso Alberto Gilardino ( Preziosi si starà baciando le mani per non averlo ceduto alla Juventus ) che sfiora la doppietta personale sfruttando un errore difensivo. Nei minuti finali c’è solo la squadra di Penev che tenta l’assalto e per poco non pareggia i conti anche a causa della temporanea inferiorità numerica degli italiani (si fa male infatti Abate rimpiazzato da Maggio ), ma alla fine è l’Italia che si aggiudica il match, nonostante abbia patito una grande sofferenza nel secondo tempo.

Questo incontro dimostra all'Italia che deve contare ancora e soprattutto sui “vecchietti”, in particolare evidenza, questa sera, Gilardino e Buffon (quest’ultimo rivendica le pesanti dichiarazioni giornalistiche legate all’operato dei portieri Italiani ); proprio il capitano azzurro martedì contro la Repubblica Ceca raggiungerà Cannavaro a quota centotrentasei presenze in nazionale e lo farà perfino allo Juventus Stadium. Buffon festeggerà con i suoi compagni anche il passaggio al mondiale?

Matteo Melloni

Articoli correlati

UE, Juncker: ‘’Preoccupato da regresso dell’economia italiana’’
Pubblicato il 02/04/2019 • leggi all'articolo
Fmi: ‘’L’Italia rischia, preservi la riforma Fornero’’
Pubblicato il 09/10/2018 • leggi all'articolo
CONSIDERAZIONI SULLA GIORNATA MONDIALE DELLA LIBERTA' DI STAMPA
Pubblicato il 04/05/2018 • leggi all'articolo
Eminem per la prima volta in Italia: ecco quando
Pubblicato il 30/01/2018 • leggi all'articolo
Tavecchio: ''Amareggiato e deluso. Domani sarà il giorno delle scelte''
Pubblicato il 14/11/2017 • leggi all'articolo
Verso Italia-Svezia: nuova esclusione per Insigne?
Pubblicato il 12/11/2017 • leggi all'articolo
Italia-Svezia, Ventura convoca anche Jorginho
Pubblicato il 04/11/2017 • leggi all'articolo
1° Agosto 1981: La nascita di MTV
Pubblicato il 01/08/2017 • leggi all'articolo
Migranti: l’Italia chiede aiuto all’Ue, ipotesi chiusura porti alle navi straniere
Pubblicato il 28/06/2017 • leggi all'articolo
Napoli ricorda Totò, ma la sua casa va in pezzi
Pubblicato il 07/04/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus