03/04/13 Viaggi, tasse e Gratta e Vinci pagati con soldi pubblici: 10 consiglieri indagati

Calabria. La procura di Reggio ha aperto un' inchiesta a carico di 10 esponenti della giunta regionale. Secondo le indagini delle fiamme gialle i rimborsi ingiustificati ammonterebbero a più di 500mila euro.I 10 consiglieri indagati, due del centrosinistra e otto del centrodestra, avrebbero chiesto rimborsi per somme spese in viaggi, tasse e perfino i Gratta e Vinci. L'inchiesta aperta dalla procura prende in esame il periodo compreso nel biennio 2010-2012.L'indagine, condotta dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria e condotta dal procuratore Matteo Centini, include anche accertamenti sui direttori amministrativi dei gruppi consiliari a cui appartengono i consiglieri sottoposti ad indagini.Da una attenta analisi delle fiamme gialle sulla documentazione relativa ai rimborsi sembrerebbe che i consiglieri indagati si sarebbero fatti rimborsare Gratta e vinci, viaggi all'estero, detersivi, il pagamento di cartelle esattoriali della Tarsu, ricariche telefoniche, telefoni cellulari, tablet e altre fatture riporterebbero alcune somme spese senza alcuna giustificazione nelle attività dei consiglieri.

comments powered by Disqus