23/10/15 Twitter: Jack Dorsey chiede scusa e regala 200 milioni di dollari ai dipendenti

ROMA. L'attuale Ceo di Twitter, Jack Dorsey, ha annunciato che donerà un terzo delle sue azioni ai dipendenti. "Si tratta esattamente dell'un per cento della compagnia per reinvestire nella nostra gente", ha reso noto con un Tweet.

La società ha chiuso le contrattazioni a Wall Street a 29,16 dollari per azione per un controvalore dell'intero capitale pari a 19,82 miliardi di dollari. Di fatto Dorsey ha donato oltre 198 milioni di dollari.

"Preferisco avere una piccola parte di una grande società, che una grande parte di una piccola società", ha confessato Dorsey, ribadendo l'intenzione di far crescere sempre di più il social network.

Nelle due settimane che Dorsey è tornato a guidare il gruppo ha già preso alcune decisioni importanti, tra cui proprio quella di tagliare il personale dell'8%, cambiare il presidente, introdurre il nuovo prodotto Moments (una sorta di storytelling) e lanciare uno sviluppatore di conferenze.

 

Articoli correlati

Twitter: arrivano gli account verificati per tutti gli utenti
Pubblicato il 21/07/2016 • leggi all'articolo
Twitter: accordo con Cbs News per i video in streaming
Pubblicato il 13/07/2016 • leggi all'articolo
Twitter blocca PostGhost: addio ai tweet di politici e vip
Pubblicato il 12/07/2016 • leggi all'articolo
Twitter: da oggi video fino a 140 secondi
Pubblicato il 23/06/2016 • leggi all'articolo
Twitter: addio al limite dei 140 caratteri
Pubblicato il 26/05/2016 • leggi all'articolo
Twitter sfida l'Fbi: no all'uso dei servizi di analisi
Pubblicato il 10/05/2016 • leggi all'articolo
Kathy Chen: una fedelissima di Xi Jinping a capo di Twitter
Pubblicato il 19/04/2016 • leggi all'articolo
Twitter: arriva la Timeline organizzata secondo un algoritmo
Pubblicato il 30/03/2016 • leggi all'articolo
Twitter, cambio ai vertici: quattro big dicono addio
Pubblicato il 27/01/2016 • leggi all'articolo
Twitter si blocca: quarto blackout in un mese
Pubblicato il 21/01/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus