11/04/13 Troppo forte il Bayern, allo stadium finisce 0-2 per i bavaresi

 

TORINO. Rimonta non fu. I bavaresi si dimostrano superiori alla Juve, vincendo anche la partita di ritorno per 2-0 grazie alle reti messe a segno da Mandzukic e Pizarro. Senza Vidal e Lichsteiner squalificati, Conte schiera Pogba e Padoin, con Quagliarella ad appoggiare Vucinic e Asamoah sull'out sinistro per dare maggiore spinta. Heynkes risponde con la formazione tipo, col ritorno di Javi Martinez a centrocampo e la conferma di Robben nei tre trequartisti alle spalle di Mandzukic. La Juve era partita anche bene con un'occasione capitata sui piedi di Vucinic, che però colpisce debolmente. Poi Pirlo ci prova su punizione ma Neuer non si fa trovare impreparato. Da quel momento il Bayern fa tanto possesso palla e quando può punge i bianconeri, prima con Ribery, poi con Robben, semplicemente imprendibili. Il goal della punta croata è una doccia gelata per Conte e i suoi che non riescono a reagire e subiscono il secondo goal. Nell'altra semifinale, tra Barça e Psg, i padroni di casa, con Messi in panchina per infortunio, soffrono per 70 minuti e vanno anche sotto con Pastore ben servito da Ibra. Ma poi entra lui, la pulce argentina, gli bastano 5 minuti per prendere in mano la squadra e portarla alle semifinali. Salta due uomini al limite dell'aria e imbuca per Villa, controllo e appoggio per Pedro che scarica un gran sinistro all'angolino, 1-1 palla al centro. Cinque minuti di tiki-taka e in semifinale ci saranno due spagnole, Real e Barça, e due tedesche, Bayern e Dortmund. Venerdì i sorteggi delle semifinali, ancora una volta senza italiane.

comments powered by Disqus