23/09/19 Trasporto marittimo, Moby nel 2022 inaugura due nuovi traghetti con motori ibridi

ROMA. Moby, azienda leader nel settore dei trasporti marittimi, si apre alla frontiera dei motori ibridi Made in China, proponendo la realizzazione di due nuovi traghetti entro il 2022, con dimensioni super. I traghetti verranno utilizzati per le rotte che mettono in comunicazione la Sardegna con il suolo italiano, incrementando di conseguenza il turismo nell’isola, garantendo ai viaggiatori sempre gli stessi ottimi servizi offerti fino a ora e la professionalità che contraddistingue Moby da anni.

 

I traghetti economici per la Sardegna di Moby sono pratici e comodi e consentono di raggiungere l’isola tutto l’anno, grazie a prezzi e offerte competitive, a orari ben distribuiti durante tutto l’arco della giornata e alla possibilità di imbarcarsi con il proprio mezzo di trasporto, usufruendo dei collegamenti tra la città di Olbia e i porti di Genova, Livorno, Piombino e Civitavecchia.

    

I traghetti verranno costruiti nel cantiere cinese di Gsi a Guangzhou per il gruppo Onorato, che ha già siglato l’accordo con l’azienda di trasporti marittimi, per la realizzazione di due nuove navi merci-passeggeri, con una lunghezza di 237 metri per una larghezza di 32 metri e un tonnellaggio lordo di 69.500 tonnellate. Le navi traghetto potranno ospitare circa 2.500 passeggeri e 1.300 auto, ottenendo quindi il titolo di navi più grandi ro-pax operanti nel mondo. Da non trascurare anche la delibera antinquinamento, che prevede l'installazione di scrubber ibridi per abbattere le emissioni e sostituire al carburante tradizionale il meno inquinante gas naturale. I cantieri Gsi si impegneranno quindi per la prima volta nella creazione di traghetti con dimensioni a metà tra ferries e navi da crociera.

    

La prima nave sarà pronta entro 36 mesi e inaugurata a giugno 2020, con l’entrata in servizio per il 2022; la seconda nave traghetto seguirà a distanza di sei mesi. Le imbarcazioni saranno inoltre dotate di un nuovo sistema di carico, che prevede un portellone centrale per l’ingresso diretto al garage principale e due portelloni laterali per l’accesso ai ponti superiori, il tutto ideato per rendere più svelto il processo di imbarco. Infine, l'apparato motore avrà una potenza di 10,8 megawatt, che consentirà un perfetto equilibrio tra velocità, consumi ridotti ed eco-compatibili. La realizzazione di questi due nuovi traghetti ibridi segna una tappa fondamentale nel percorso di crescita di Moby, che auspica in tempi brevi l’ideazione anche di altre navi con le stesse caratteristiche.

comments powered by Disqus