19/01/17 Terremoto, l’Ingv: da ieri circa 500 scosse

ROMA. La terra continua incessantemente a tremare nel centro Italia. Da ieri, 18 gennaio, la sequenza e' molto attiva tra le province dell'Aquila (Montereale, Pizzoli, Capitignano, Campotosto, Cagnano Amiterno) e Rieti (Amatrice) e in quella zona l'Ingv ha localizzato complessivamente circa 500 eventi sismici: circa 55 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4, 7 quelli di magnitudo compresa tra 4 e 5 e 4 quelli di magnitudo maggiore o uguale a 5.

In media, una scossa ogni tre minuti. La sequenza sismica continua con un numero complessivo di scosse superiore alle 47.000 dal 24 agosto 2016. Di queste, sono circa 960 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4, 57 quelli di magnitudo compresa tra 4 e 5 e 9 quelli di magnitudo maggiore o uguale a 5, localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). 

Articoli correlati

Nuova scossa di terremoto nell’Aquilano: magnitudo 4.1 a Collelongo
Pubblicato il 02/01/2019 • leggi all'articolo
Terremoto nelle Marche: magnitudo del 4.6 tra Ancona e Macerata
Pubblicato il 10/04/2018 • leggi all'articolo
Amatrice: torna la paura, scossa di terremoto di magnitudo 3.6 nella notte
Pubblicato il 11/01/2018 • leggi all'articolo
Terremoto ad ischia: 2 morti e 36 feriti
Pubblicato il 22/08/2017 • leggi all'articolo
Terremoto nella notte ad Amatrice: scossa di magnitudo 3.9
Pubblicato il 30/06/2017 • leggi all'articolo
Terremoto, Errani: “Bisogna cambiare la gestione dell’emergenza”
Pubblicato il 24/02/2017 • leggi all'articolo
Terremoto, Gentiloni a Teramo: “Ce la faremo”
Pubblicato il 07/02/2017 • leggi all'articolo
Terremoto, Raggi: ''Niente paura a Roma, chiusa metropolitana e aperti varchi ztl''
Pubblicato il 18/01/2017 • leggi all'articolo
Nuova scossa di terremoto di magnitudo 5,3 tra l’Aquila e Rieti: crolli ad amatrice
Pubblicato il 18/01/2017 • leggi all'articolo
Sisma, Renzi: “Non ci sarà aumento deficit”
Pubblicato il 03/11/2016 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus