05/05/13 Seria A. La domenica degli 1. Juve Campione d'Italia, il Milan allunga sui viola. Si attende Napoli-Inter

Dopo gli anticipi del sabato, terminati 0-0 tra Chievo e Cagliari, e con la vittoria a sorpresa della Roma, al Franchi, contro i padroni di casa, per 0-1, con il gol del contestato Pablo Osvaldo allo scadere, è terminato il rush del pomeriggio domenicale della Serie A. Nessun punteggio sbalorditivo, anzi, tutti 1, sono i risultati finali delle partite di questa domenica per ora. Si attende il posticipo di lusso, tra Napoli e Inter, che si giocherà alle 20:45, allo Stadio San Paolo.

JUVENTUS - PALERMO: La partita della settimana è questa, mancava 1 punto, agli uomini di Conte, per festeggiare il secondo scudetto consecutivo, nonché il 29esimo. Il punto è arrivato oggi, allo Juventus Stadium, contro il Palermo, che era a caccia di punti per non retrocedere. La Juve festeggia il titolo, grazie al gol del risolutore, Arturo Vidal, che sblocca il risultato al 59', mentre i rosanero fermi a 32 punti, sprofondano sempre più nel baratro della retrocessione, e la Serie B è sempre più vicina. Soprattutto dopo la vittoria del Genoa, che vince e si porta a +3 dai siciliani.

GENOA - PESCARA: Il calendario sorride ai genoani, infatti arriva l'ormai retrocesso Pescara, allo Stadio Luigi Ferraris, ed è vittoria facile per i rossoblu. 4-1 il punteggio finale. Due gol per il Genoa, nel primo tempo. Vanno a segno prima Floro Flores, al 19', e poi al 30' gonfia la rete Marco Borriello.  5' minuti dopo esce fuori l'orgoglio dei biancocelesti, e accorcia le distanze Sculli. Inizia la seconda frazione di gara, e non c'è più partita, dopo 9' minuti, firma la sua doppietta Borriello, e al 70' arriva il gol sicurezza, di Bertolacci, che chiude il risultato sul 4-1, ed è +3 dalla zona retrocessione.

UDINESE - SAMPDORIA: Doppietta di Antonio Di Natale, e gol del colombiano Luis Muriel, che chiude definitivamente la partita al Friuli, Udinese - Sampdoria, blindando il risultato sul 3-1. I friulani, passano in vantaggio al 29' del primo tempo con il solito Di Natale, ma dopo appena 5' minuti, è il brasiliano Eder, che firma il pari dei blucerchiati. Secondo tempo tutto bianconero, ancora Totò al gol al 52', e all'87' è Muriel, a segnare il gol della sicurezza. Con questa sconfitta i genovesi, restano fermi a quota 38, a 6 punti dalla zona retrocessione, mentre l'Udinese, mantiene suo il posto in Europa League, e tiene a 2 punti di distanza la Lazio.

LAZIO - BOLOGNA: Lazio che vince senza nessun problema, contro un Bologna in balia dei biancocelesti. Punteggio tennistico all'Olimpico, 6-0 per i ragazzi di Petkovic, pokerissimo di Klose, che annienta i rossoblu con 5 gol. La fine del primo tempo, sembra quasi la fine della partita, con il punteggio già sul 4-0, con i primi 3 gol di Klose, e quello di Hernanes. Dopo 10 minuti dall'inizio della ripresa, la Lazio, se si parlasse di tennis, vince il set e il match, arrivando al 6-0, con altri due gol del tedesco. I biancocelesti, nonostante la strabiliante vittoria però non riescono ad aggrappare il sesto posto, che gli permetterebbe di accedere ai preliminari di Europa League.

PARMA - ATALANTA: Partita facile, per il Parma, che con 2 gol, uno nel primo tempo, e l'altro nel secondo, porta a casa i 3 punti, contro l'Atalanta. A tre partite dalla fine, ininfluente il risultato di questo match, che vede le due squadre ormai fuori da tutto.

MILAN - TORINO: Importante vittoria, che arriva per i rossoneri, che dovevano approfittare dello stop della Fiorentina, e lo hanno fatto. Decisivo il gol di SuperMario Balotelli, che all'84' segna il gol partita, e lancia il Milan, nella corsa al terzo posto. Si allontana la Fiorentina, che dopo la sconfitta in casa, rimediata contro la Roma di Aurelio Andreazzoli, resta ferma a 61 punti, sale a 65 invece il Milan.

CATANIA - SIENA: L'altra partita che interessava le zone basse della classifica, finisce 3-0 per i siciliani, con tripletta di Bergessio, e il Siena resta a quota 30 punti, complicando ancora di più la situazione, aumentando a 6 i punti dalla salvezza. Stagione brillante invece per il Catania, che ha sentito l'odore dell'Europa, e perché no, ci crede ancora. 6 i punti  anche per lei, ma che la dividono dal sesto posto, 9 quelli a disposizione, difficile ma non impossibile, nel calcio si sa, il pallone è rotondo,  e tutto può accadere.

Resta da giocare l'ultimo match di questa 34° giornata, che si disputerà stasera alle 20:45, allo Stadio San Paolo di Fuorigrotta, fra il Napoli e la dimezzata Inter. Voce nuova, seguirà passo passo la partita, seguite la diretta live, che avrà inizio alle 20:45.

Calcio Spettacolo

Mondo JuveJuventus Un Amore Infinito

comments powered by Disqus