03/04/13 Michael Jackson, il suo medico si difende" Jackson era un amico"

LOS ANGELES (USA). Conrad Murray, il medico personale di Michael Jackson rompe il silenzio e racconta la sua verità in un'intervista telefonica alla Cnn dal carcere nel quale è rinchiuso. "Sono innocente: sono molto dispiaciuto che della perdita di Jackson, di cui ero un grande amico. Il giudice che mi ha condannato non era imparziale: ci sono state molte irregolarità".

Il dott. Murray è stato recentemente condannato a quattro anni di reclusione per aver somministrato il 25 giugno 2009 al Re del Pop una dose fatale di Propofol, un forte anestetico utilizzato da Jacko per curare la sua insonnia. Lo stesso Conrad Murray fa sapere che aveva detto a Jackson che il Profofol non gli avrebbe risolto il disturbo dell'insonnia e che aveva solo aiutato un amico. "Perché io sono innocente? Perché non ho compiuto nulla di male e tutto ciò che ho cercato di fare è stato di aiutare un amico che ho incontrato in uno stato devastato”.

Inoltre nel corso dell'intervista, Murray ribadisce che non testimonierà al processo che si e' aperto oggi a Los Angeles, in cui la famiglia di Jackson accusa AEG Live, la società che ha organizzato l'ultimo tour della pop-star, di non aver vigilato a sufficienza sull'operato di Murray. ''Non ho ricevuto un mandato di comparizione al processo''.

comments powered by Disqus