11/04/13 Fecondo presenta coalizione: “Priorità a lavoro, legalità e ambiente”

MARCIANISE. Il centrosinistra di Marcianise si presenterà compatto alle elezioni comunali del 26 e 27 maggio 2013. Una coalizione ampia stretta attorno al nome di Filippo Fecondo che si presenterà con almeno 5 liste, forse anche 6, perché fino all'ultimo si tenterà di allargare lo schieramento e renderlo sempre più competitivo. Alla conferenza stampa di oggi, tenutasi nella sede del Partito Democratico di Marcianise in via Santoro 66, erano presenti, oltre al candidato alla carica di primo cittadino, i rappresentanti delle forze politiche a sostegno di Fecondo. Per il Pd c'era il segretario Angelo Raucci, per Sel Alessandro Martino, per I Laburisti Luigi Barca, per i Verdi Maria Teresa Belardo, per i Moderati Enzo Impieri, per i Democratici per Marcianise Felice Colella. Pur assente, il segretario di Centro Democratico Giuseppe Piccolo ha garantito il suo appoggio alla candidatura ed al progetto politico di Fecondo.

Ad introdurre i lavori è stato proprio il candidato Filippo Fecondo che ha subito messo al centro della discussione il programma politico che proporrà alla città. Un programma che in parte tenderà al completamento del lavoro interrotto durante la sua amministrazione (Ring Verde, Teatro Mugnone, Sviluppo produttivo ecc.), ma dall'altro punterà su temi sempre più richiesti dalla cittadinanza legati al welfare ed alla vivibilità. "Non si può prescindere dalla salvaguardia della salute pubblica – ha spiegato – per cui concentreremo risorse tecniche, umane e finanziarie per monitorare il territorio, procedere ad eventuali bonifiche e metterlo definitivamente in sicurezza. Inoltre, data la particolare situazione sociale in cui versa una parte della cittadinanza, metteremo a punto un piano sociale comunale a sostegno di chi oggi versa in condizioni ai limiti della povertà".

Raucci (Pd) ha spiegato come negli ultimi mesi è cresciuto l'entusiasmo intorno al partito e questo è dimostrato dal fatto che "in tanti si stanno proponendo per una candidatura nelle nostre liste. Ci sono giovani e tante donne – ha continuato – che si affacciano alla politica per la prima volta e hanno deciso di mettere a disposizione la loro professionalità al servizio della città". Martino (Sel) ha tenuto a sottolineare come questo sia "l'unico e vero centrosinistra perché comprensivo delle forze politiche che a livello nazionale lo rappresentano. Metteremo – ha poi aggiunto – le nostre idee a disposizione della coalizione per stilare un programma in cui i temi del lavoro, delle politiche sociali e dello sviluppo sostenibile, possano rappresentare gli elementi fondanti per una politica amministrativa all'insegna della solidarietà". Colella (Democratici per Marcianise) ha spiegato il percorso che in questi mesi l'associazione politica Arzente da lui presieduta, ha effettuato mettendo insieme idee innovative su temi quali lo sviluppo produttivo, l'agricoltura, la cultura e la salvaguardia ambientale. "Si tratta – ha spiegato – di progetti semplici e fattibili senza dispendio di ingenti risorse finanziarie ma che possono aiutare a rimettere in cammino la città ed il territorio". Barca (I Laburisti) ha posto come prioritario intervento, da parte del partito da lui presieduto, il tema del lavoro. "Siamo una forza nuova – ha detto - che tenterà di incanalare, in maniera democratica, quella fetta di disagio sociale dovuto alla mancanza di lavoro, per sostenere quei progetti di sviluppo e di riconversione dell'economia locale, oltre che di formazione delle manovalanze marcianisane, per dare una speranza in più sia ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro, sia a quei capifamiglia che lo hanno perso durante questa lunga crisi. Siamo sicuri che Fecondo rappresenti il candidato giusto perché ha dato già prova di essere una capace amministratore". Belardo (Verdi) ha posto l'accento sulla riconversione di parte dell'economia verso l'attività imprenditoriale legata all'agricoltura oltre che porre l'accento sulla organizzazione di una mobilità cittadina sostenibile. "Più piste ciclabili – ha insistito – e navette per evitare l'utilizzo assiduo della auto e delle moto". Infine Impieri (Moderati) ha portato i saluti del consigliere regionale Giordano e ha spiegato come il loro appoggio a Fecondo sia stato sin dal primo momento molto convinto "perché conosciamo le qualità del candidato e siamo convinti di poter dare un nostro contributo alla vittoria del centrosinistra a Marcianise". A conclusione della conferenza stampa, Filippo Fecondo, nel rispondere alle domande dei giornalisti, ha approfittato per puntualizzare che si impegnerà per un solo mandato "perché – ha spiegato - formeremo nuovi amministratori a cui passerò volentieri il testimone". Infine ha sottolineato come non possa esistere alcuna rinascita della città se non si mette al primo posto la lotta "senza se e senza ma" al fenomeno criminale legato alla camorra. "Staremo molto attenti sia in campagna elettorale, sia nella formazione delle liste e sia poi nell'azione amministrativa, affinché la nostra esperienza sia percepita come la più trasparente possibile".

comments powered by Disqus