03/04/13 Attesa la IV festa del Carciofo Bianco

AULETTA. Ad Auletta, piccolo borgo della Provincia di Salerno, dal 1131 "Paese dell'olio di oliva e dell'ospitalità", le tradizioni si legano in particolar modo ad una cultura contadina, che viene da lontano, dai tempi in cui i nonni uscivano la mattina di buona ora per andare nei campi; quando sicuramente la fatica si faceva sentire, ma la tranquillità, la serenità, la familiarità e, cosa molto importante, la "povertà", davano comunque un senso di vita diverso ai giorni di tutti noi.

Il paese, a forte vocazione agricola, produce anche il Carciofo Bianco, che si coltiva nei comuni di Pertosa, Caggiano e Salvitelle. La sua produzione inizia verso la metà di aprile e prosegue fino alla metà di maggio, compresa la raccolta degli esemplari più piccoli, che vengono conservati sott'olio.

E' un carciofo privo di spine, con grandi infiorescenze, rotonde e globose, di colore molto chiaro tendente all'argento e forate al centro. Il carciofo bianco è coltivato in campi di dimensioni abbastanza ridotte, anche se vi sono, adesso, anche campi più grandi, per lo più a conduzione familiare, con una raccolta ed una lavorazione completamente manuale.

Una curiosità legata a questa specie di carciofo è che le sue foglie costituiscono un ottimo integratore alimentare per la dieta delle vacche da latte. Le potenzialità di questo prodotto sono straordinarie: dalle rare qualità organolettiche alla sua salubrità, fanno del carciofo bianco un possibile traino per tutta l'economia agricola della zona.

Altre potenzialità, quali la resistenza alle basse temperature, la colorazione tenue (un verdolino chiaro, quasi bianco), la dolcezza e la straordinaria delicatezza delle brattee interne, sono caratteristiche che lo rendono un ottimo carciofo da mangiare crudo, magari con l'olio extravergine di oliva della zona: l'eccellente DOP "Colline Salernitane".

 Per il quarto anno consecutivo la Pro Loco "Mattina di Auletta" promuove la Festa del Carciofo Bianco – Mostra Mercato dei prodotti tipici e dell'artigianato, dal 3 al 5 maggio 2013.

comments powered by Disqus