26/02/19 Assegnati i Wood Awards 2018

ROMA. Il 2019 si apre con il rinnovato appuntamento dedicato al mondo del legno. Assegnati a febbraio i Wood Awards per gli edifici più belli costruiti nel 2018. Il concorso britannico è un appuntamento importante per gli addetti ai lavori perché evidenzia le nuove tendenze in corso e permette di incontrare alcuni tra i principali protagonisti di questo mondo.

Tre premi

I premi del concorso made in UK istituito nel 1971 dall’American Harwood Export Council sono stati assegnati a tre strutture particolari: un asilo nido situato a Cambridge, un teatro costruito proprio nella capitale inglese e una linea di elementi di arredo green. Gli annunci dei premiati sono arrivati già alla fine del 2018, pochi giorni fa la premiazione ufficiale. L’evento, come ogni anno, ha creato ampia attesa tra gli addetti ai lavori ma anche tra gli appassionati di bricolage e di giardinaggio. L’amore per il legno è davvero senza confini, dal frassino, su cui è possibile saperne di più grazie all’approfondimento dedicato dal portale faidateingiardino.com, al pino, dalle querce al noce, il legno come materiale per la costruzione ma anche come splendido elemento di cui avere cura nel proprio giardino, incanta e conquista tutti. E’ per questa ragione che il riconoscimento inglese riesce a varcare i confini nazionali e ad affermarsi come un appuntamento di interesse internazionale.

I vincitori dell’ultima edizione

L’edizione 2018 ha assegnato il riconoscimento allo Storey’s Field Community Centre and Nursery di Cambridge, ai due nuovi spazi della Royal Academy of Music di Londra, e alla linea Ovo che porta la firma di Foster + Partners per Benchmark, ispirata agli oggetti artigianali di uso quotidiano. Il riconoscimento più prestigioso, il Mears Group Gold Award, premia la straordinaria Storey’s Field Community Centre and Nursery. Si tratta dell’innovativo asilo nido realizzato dagli architetti di MUMA per l’Università di Cambridge. Qui il vero protagonista è il frassino bianco americano che avvolge l’ambiente con un caldo involucro in legno lamellare. Nell’abbraccio con il frassino anche la quercia europea e il cedro rosso canadese occidentale. E’ circondato da un cortile panoramico e può ospitare fino a 100 bambini. La sala più grade trae ispirazione dalle classiche ambientazioni dell’Università ed è rivestita in quercia. Qui il legno gioca e dà il meglio di sé: il protone è circondato da sottili cornici ed è di abete rosso che emerge dalla base di pannelli di quercia e dialoga con lo sfondo di pannelli impiallacciati in frassino americano. I toni giocano e si rincorrono, sfumando a poco a poco lungo l’altezza. Splendida la scala a chiocciola in frassino americano che si caratterizza come elemento distintivo della stanza. La struttura è circondata nell’abbraccio di un parapetto curvo in compensato di frassino impiallacciato. A riscaldare l’atmosfera delle aule, invece, è il cedro rosso occidentale, che richiama anche i soffitti del chiostro.

Premi anche alla Royal Academy of Music

Riconoscimenti anche alla capitale inglese con I due spazi rinnovati del Susie Sainsbury Theatre della Royal Academy of Music. Trecentonove i posti a sedere, l’interno del teatro si richiama alle morbide forme curve degli strumenti ad arco. Un luogo incantevole dove lasciarsi trasportare dalla magia della musica. Premiata, infine, anche la nuova e innovativa linea di arredi Ovo di Benchmark. Il legno scelto per realizzarla è quello del noce o della quercia americana. Di cosa si tratta? Di due varianti del tavolo da pranzo, a cui si accompagnano panche, una credenza, delle librerie a muro e tanti altri oggetti presenti nelle case di tutti.

comments powered by Disqus