19/12/13 Gli organi direttivi della Fondazione Ravello licenziano il bilancio di previsione 2014

RAVELLO (SALERNO). Si sono tenuti mercoledì 18 dicembre, nella sede romana della Regione Campania, i consigli direttivi della Fondazione Ravello che, all’unanimità, hanno approvato il bilancio di previsione sottoposto, dando così il via libera alle attività per il 2014. Ai consigli hanno preso parte Edmondo Cirielli, Giuseppe De Mita, Caterina Miraglia, Paolo Vuilleumier, Michelangiolo Mansi, Pierfrancesco Lupi e Francesco Tipaldi (ai quali si sono aggiunti collegati telefonicamente, Aurelio De Laurentiis, Salvatore Di Martino e Vincenzo Demasi).

Il presidente, Renato Brunetta, e il segretario generale dell’ente, Secondo Amalfitano, hanno presentato agli organi statutari un bilancio previsionale di circa 6 milioni di euro, includente il finanziamento di 4 milioni deliberato lo scorso luglio dalla Regione Campania a valere sui Fondi del piano di Azione e Coesione (PAC), dei numeri relativi alla gestione di Villa Rufolo con i progetti di riqualificazione che la stanno interessando, infine dell’importante apporto delle entrate private (sponsorizzazioni e incassi) riferibili al Festival.

I consigli hanno così preso ufficialmente atto dei progetti in essere per l’anno 2014, a cominciare dal PAC, avallandone la validità attraverso l’atto formale di approvazione: un assenso, questo, che da statuto precede inderogabilmente la possibilità di comunicare all’esterno i contenuti e le modalità di svolgimento degli stessi

La certezza delle risorse – ha detto il presidente Brunetta – ci consentirà, già nei prossimi giorni, di comunicare una prima bozza di quello che sarà il Ravello Festival 2014, ed è la prima volta nella storia della manifestazione. A febbraio potremo presentare l’intero programma, recuperando quel gap che, per cause legate alle modalità di finanziamento, ci ha visto per anni arrancare sui tempi”. Ad illustrare ai consiglieri e al governatore Stefano Caldoro - presente all’intera seduta - le linee generali dell’edizione 2014 del Ravello Festival è stato il direttore artistico, Stefano Valanzuolo, alle prese con “un festival più lungo, con una dimensione sinfonica più marcata, rispetto al recente passato, ma comunque votato alla trasversalità ed all’eccellenza dell’offerta culturale”.

Ad approvare il bilancio anche il neo consigliere, Mimmo Paladino, nominato dalla Regione Campania al posto del dimissionario Gabriele Galateri di Genola, presidente di Generali Assicurazioni. “Siamo felici e onorati – ha detto Brunetta nel dare il benvenuto al maestro beneventano – di questo secondo atto d’amore di Paladino nei confronti di Ravello”.

Mi piacciono le avventure e il trasporto con il quale ho vissuto l’esperienza della mostra 2013 a Ravello mi ha indotto ad accettare immediatamente l’invito – ha confidato Paladino che, oltre a rivestire il ruolo di consigliere generale di indirizzo, farà da consulente anche per il settore delle arti visive. “Non vogliamo progetti a compartimenti stagni, ma allestimenti attraverso i quali anche la musica conviva con altre forme d’arte. Puntiamo a realizzare qualcosa di originale perché Ravello deve essere un motore produttivo e non un semplice contenitore di progetti precostituiti”.

Nell’ambito della seduta, si è anche deciso di istituire, entro e non oltre la metà del prossimo mese di gennaio, un tavolo tecnico tra Regione, Comune di Ravello e Fondazione Ravello che prenda decisioni definitive in merito alle modalità di gestione dell’Auditorium “Oscar Niemeyer” e di Villa Episcopio, pilastri fondamentali di quel “Progetto Ravello” finalizzato a mettere in circolo le eccellenze del territorio e nell’ambito del quale si inserisce anche il finanziamento PAC.

Tra gli altri progetti culturali presi in considerazione anche quello dell’istituzione di un premio che valuti i migliori progetti architettonici, realizzati o in via di realizzazione, votati alla riqualificazione di aree urbane, promosso dalla Soprintendenza di Salerno d’intesa con il MIBAC, da ospitare in Villa Rufolo. A proposito della Villa, infine, il Direttore, Secondo Amalfitano, ha sottoposto ai consigli i bilanci di gestione dell’anno 2013 che segnano un ulteriore incremento in positivo delle entrate.     

Articoli correlati

Scambio elettorale polico-mafioso, FI annuncia ostruzionismo
Pubblicato il 24/03/2014 • leggi all'articolo
IL CASO - Militare Italiano lasciato morire senza nessun aiuto
Pubblicato il 03/12/2013 • leggi all'articolo
Zanonato contro lo scetticismo di Rehn: ''Disporremo di coperture necessarie''
Pubblicato il 05/11/2013 • leggi all'articolo
Augustin Dumay all'Auditorium Oscar Niemeyer
Pubblicato il 23/09/2013 • leggi all'articolo
Giunta elezioni senato vota decadenza Berlusconi: le reazioni della politica
Pubblicato il 19/09/2013 • leggi all'articolo
Scotto (SEL) attacca: 'Caldoro dà soldi a Brunetta per Festival di Ravello ma lascia a piedi trasporti pubblici'
Pubblicato il 23/08/2013 • leggi all'articolo
Schifani e Brunetta al colle a chiedere la grazia per Berlusconi
Pubblicato il 05/08/2013 • leggi all'articolo
Schifani e Brunetta chiedono la grazie per Berlusconi al Presidente
Pubblicato il 05/08/2013 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus