04/03/19 Nasce 'Arte Flegrea': dal rione Traiano la spinta verso una cultura che apre ai giovani

ROMA. Debutto in grande stile per la neonata associazione Arte Flegrea, nata grazie alla collaborazione dell'associazione 'Diamo Voce all'Arte' del presidente Alfonso Letizia. Arte Flegrea è un progetto nato da un'idea di Gaetano Esposito e Rino Devoti con Gilda Aruta, Pasquale Gragnaniello e Nina Abbate. E che ha debuttato nell'ultimo weekend con i colori, la musica e lo splendido spettacolo del 'Carnevale Epomeo'.

A portare il sorriso a tantissimi bambini e a coloro che hanno partecipato al Carnevale Epomeo tanti professionisti dell'arte che si sono uniti per dare via a qualcosa di unico: solamente applausi per Gaetano Esposito, Gilda Aruta, Nina Abbate, Gennaro Calone, Pasquale Gragnaniello, Rita Festa, Ilaria Sorbilli, Gravina Alfonso, Antonella Aruta, Paola Gargiulo, Enrico Giorgio, Sonia Traetta, Tina Kart, Pierpaolo Iermano, Giovanni Iermano, Manganaro Vincenzo, Maria Pugliese, Danilo di Costanzo, Imma Esposito, Gianluca Aracri e Samuele Aracri.   A presentare il progetto è uno dei fondatori, Rino Devoti. Che presenta l'associazione culturale Arte Flegrea come una propria 'creatura'. Nata "dalla necessità di avere un luogo fisico che possa coinvolgere artisti di qualsivoglia disciplina in una casa comune nel centro del rione Traiano. Poiché secondo noi i social non bastano e non sono sufficienti ad un proficuo scambio idee". L’idea di Gaetano Esposito (Gaga’) ha avuto un immediato successo. E ha visto la partecipazione di svariati artisti: "E questo ci ha incoraggiato ad uscire fuori dalla casa teatro O’Rione. A spostarci prediligendo per ora la zona Flegrea, nella quale nasciamo e dove operiamo. Il rione Traiano riteniamo sia proprio il luogo migliore per potere iniziare un'esperienza creativa. Che si propone di estendersi intanto nelle zone circostanti Fuorigrotta Soccavo Bagnoli e Pianura. Con un occhio a tutta la città di Napoli ed anche ai comuni limitrofi della zona nord – ovest di Napoli". E il perché del progetto è presto detto: "Il progetto è nato per creare aggregazione, spunti ed idee da esportare ovunque con particolare interesse verso i più giovani che troppo spesso sono legati alla cultura esclusivamente artistico virtuale, mentre l’arte è innanzitutto respiro e battito di cuore, è emozione chiodi e colori, parole e musica da condividere in allegria, proprio come si fa nel periodo di Carnevale” 

 

comments powered by Disqus