24/07/13 Venerdì di fuoco per sette città italiane

ROMA. Arriva dal Ministero della Salute il bollettino di "fuoco" per sette città italiane.

Bolzano, Firenze, Roma, Trieste, Genova, Verona e Palermo in "allarme rosso" per il caldo. L'ondata di afosa africana colpirà le sette città italiane suddette per la giornata di venerdì 26.

Temperature che sfioreranno i 42 °C, a causa della forte umidità che accompagnerà l'anticiclone proveniente dall'Africa.

L'allerta è talmente alta, che, oltre ad anziani e bambini, il pericolo afa è esteso a tutte le le fasce di età delle 7 città.

"Bollino arancione", invece, per Bologna, Brescia, Latina, Pescara, Rieti, Torino, e Venezia.

Gli esperti raccamandano di non uscire nelle ore di punta, restare in ambienti freschi, possibilmente ventilati, e mangiare tanta frutta e verdura, poichè queste ultime aiutano a combattere il calore.

 

Articoli correlati

Brescia: 22enne nigeriano violenta bimba di 3 anni, arrestato
Pubblicato il 11/04/2019 • leggi all'articolo
Roma: incendio all’impianto di trattamento rifiuti di Rocca Cencia
Pubblicato il 25/03/2019 • leggi all'articolo
Brescia: quarto caso di neonato morto in ospedale per infezione, indaga la procura
Pubblicato il 07/01/2019 • leggi all'articolo
Palermo: colpo alla nuova Cupola di Cosa nostra, 46 arresti. Preso l’erede di Riina
Pubblicato il 04/12/2018 • leggi all'articolo
Classifica qualità della vita: primo posto a Bolzano, crolla Roma. Napoli 108esima
Pubblicato il 19/11/2018 • leggi all'articolo
Roma: sgomberato il centro migranti Baobab
Pubblicato il 13/11/2018 • leggi all'articolo
Roma: urla ‘’buffone’’ a Salvini, denunciata 59enne
Pubblicato il 13/11/2018 • leggi all'articolo
Genoa: maxi sequestro di eroina, 270 kg in un container partito dall’Iran
Pubblicato il 08/11/2018 • leggi all'articolo
Roma: ossa nella sede della Nunziatura, forse di Emanuela Orlandi
Pubblicato il 31/10/2018 • leggi all'articolo
Brescia: violò il sito della Nasa, indagato hacker 25enne
Pubblicato il 08/10/2018 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus