04/05/17 Superga, Buffon richiama tifosi Juve: ''Lasciate stare i morti''

TORINO - Oggi sono 68 anni dalla tragedia di Superga e proprio in questo momento si sta celebrando la commemorazione dei morti nell'incidente aereo che spazzò via il grande Torino. Proprio alla vigilia dell'evento erano apparse delle scritte offensive nei confronti delle vittime, prontamente cancellate da diversi tifosi granata, sui muri della strada che porta alla Basilica sul colle. Anche Gianluigi Buffon, fresco di vittoria contro il Monaco in Champions, ha voluto esprimere la propria disapprovazione per l'atto vandalico attraverso un post pubblicato su Facebook: "Il mio pensiero va ai cugini del Toro, ai loro tifosi e a quei giocatori che hanno reso orgogliosa la nazione intera e il popolo granata. Onore a voi, campioni del Grande Torino, e siano perdonati coloro che si macchiano di atti inqualificabili, come deridervi o mancarvi di rispetto ancor oggi che sono passati quasi 70 anni - poi prosegue, duro - I morti son morti e non rompono i coglioni a nessuno. Vanno lasciati in pace e vanno rispettati, fossero anche i nemici ed i rivali più acerrimi che uno possa avere. Perché i morti hanno figli, mogli e nipoti e dar loro una seconda atroce sofferenza, oltre quella che già hanno patito, è disumano. Viva la rivalità, lo sfottò, il campanilismo, la sportività, la vita nella pienezza dei sentimenti, alcuni nobili, altri magari un po' meno. Ma quando si scrivono frasi indecorose o inopportuni striscioni, si è più morti dei morti".

HEYSEL - Non manca il riferimento alla tragedia che ha colpito, viceversa, il popolo bianconero: "Mi provoca ribrezzo e rabbia sentire ancora oggi torturare i nostri 39 angeli dell'Heysel: non macchiamoci delle stesse colpe. Siamo uomini. Dobbiamo distinguerci se vogliamo seminare qualcosa di duraturo e costruttivo per l'umanità che arranca. Non accontentiamoci di essere mediocri e vili soltanto per riffarci di uno sgarbo subito".

MEGLIO VITTIME CHE CARNEFICI - "In certe situazioni è meglio essere vittime che carnefici perché questi ultimi saranno condannati dalla vita a strisciare nell'inferno della loro vacua esistenza. Le vittime patiranno il male subito, ma poi si renderanno conto di essere diversi dai propri aguzzini e questo li renderà più forti e sicuri di affondare la vita su valori autentici".

Il post si conclude con un appello ai tifosi della Juve, dei quali il capitano della Nazionale spera di poter essere orgoglioso, poi dedica "un abbraccio a chi crede che, anche e soprattutto nello sport, sia necessario essere uomini di buona volontà".

Articoli correlati

Cristiano Ronaldo: un'anticamera alla Super League?
Pubblicato il 27/07/2018 • leggi all'articolo
Koulibaly sovrasta la Juventus: Napoli a -1!
Pubblicato il 23/04/2018 • leggi all'articolo
Napoli sempre più capolista: Cagliari domato e +4 sulla Juventus
Pubblicato il 27/02/2018 • leggi all'articolo
Focus - L'insostenibile leggerezza di Santon
Pubblicato il 23/01/2018 • leggi all'articolo
Sorteggio Champions League: ecco le avversarie di Juve e Roma
Pubblicato il 11/12/2017 • leggi all'articolo
Napoli-Juventus: sorpresa tra i convocati bianconeri!
Pubblicato il 30/11/2017 • leggi all'articolo
Messi travolge la Juventus, Alisson salva la Roma
Pubblicato il 12/09/2017 • leggi all'articolo
Calciopoli, clamorose rivelazioni di Caressa: ''La Juve chiese licenziamento mio e di Bergomi''
Pubblicato il 06/04/2017 • leggi all'articolo
Il Napoli lancia la ''Promo Juventus'': tariffa speciale per gli abbonati. ECCO TUTTI I PREZZI
Pubblicato il 15/03/2017 • leggi all'articolo
''Riportare Fabio Quagliarella a Napoli'': parte la petizione per coronare il sogno dell'ex attaccante azzurro vittima di stalking
Pubblicato il 02/03/2017 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus