14/01/16 Tim Berners-Lee: "Internet sia un diritto fondamentale"

ROMA. Sir Tim Berners-Lee, inventore del world wide web, diventa testimonial. L'ingegnere informatico ha accettato di partecipare alla campagna pubblicitaria della Tim e il compenso, per sua decisione, sarà interamente devoluto alla ricerca. Nel 2009, infatti, l'inventore del web ha fondato la World Wide Web Foundation per promuovere la Rete aperta come bene pubblico e diritto fondamentale: "Stiamo costruendo un futuro in cui il web consenta a tutti, ovunque, di partecipare alla costruzione di un mondo più giusto", recita la presentazione dell'istituzione non-profit.

Open Data con Renzi L'illustre ospite ha in programma un altro impegno istituzionale: "Farò al premier Renzi i complimenti per i progressi dell'Italia" sul fronte del web, ha detto Berners-Lee sull'incontro previsto per domani con il presidente del Consiglio. "Vorrei parlare di open data come faccio ogni volta che incontro un primo ministro, partiremo da lì'", ha aggiunto. In un'intervista a Riccardo Luna su Repubblica, Tim Berners-Lee ha anche parlato della missione che la Rai dovrebbe svolgere per la digitalizzazione dell'Italia.

L’ingegnere informatico inglese da tempo sostiene anche l'idea di creare “una costituzione globale”, una sorta di 'carta dei diritti' che ha chiamato “The web we want”, il web che vogliamo affinché i cittadini siano promotori di una Magna Carta che possa essere sostenuta dalle istituzioni, dai governi e dalle aziende.

A meno di non avere una Rete aperta e neutrale, ha ribadito più volte negli anni Tim Berners-Lee, “non potremo avere governi trasparenti, una sana democrazia, accesso alla sanità, comunità connesse e diversità culturale. Non è un’ingenuità pensare che possiamo avere tutto questo, ma è ingenuo pensare che lo avremo restando con le braccia incrociate”.

Laureato alla Oxford University, Sir Tim Berners-Lee oggi insegna al Massachusetts Institute of Technology come Professore di ingegneria  e, come professore aggiunto nel Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Scienze Informatiche al Csail. È professore di Scienze Elettroniche e Informatiche all’Università di Southampton, Direttore del World Wide Web Consortium (W3C), autore di “Weaving the Web” e di molte altre pubblicazioni.

Articoli correlati

Internaut Day: 25 anni fa il primo accesso sul web
Pubblicato il 24/08/2016 • leggi all'articolo
Deep Web: l’80% degli italiani vuole più sicurezza
Pubblicato il 24/06/2016 • leggi all'articolo
Internet Day, Renzi: "Inaccettabile cittadini di serie A e serie B"
Pubblicato il 02/05/2016 • leggi all'articolo
Internet Safer Day: Polizia in campo contro il cyberbullismo
Pubblicato il 12/02/2016 • leggi all'articolo
Google: nel 2020 cinque miliardi di utenti avranno accesso a Internet
Pubblicato il 26/11/2015 • leggi all'articolo
Internet, gli italiani lo ritengono indispensabile come luce e gas
Pubblicato il 24/11/2015 • leggi all'articolo
Internet: da Bruxelles via libera alle norme sulla neutralità della rete
Pubblicato il 28/10/2015 • leggi all'articolo
Diritti Internet: Italia e Francia firmano Dichiarazione congiunta
Pubblicato il 29/09/2015 • leggi all'articolo
Internet: 3 italiani su 4 amano lo streaming
Pubblicato il 07/08/2015 • leggi all'articolo
Google chiude la porta in faccia al revenge porn
Pubblicato il 21/06/2015 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus