15/04/16 Calabria: tentò di violentare due migranti, arrestato operatore coop

REGGIO CALABRIA. I carabinieri della Compagnia di Melito Porto Salvo hanno arrestato un operatore 49enne, in servizio per conto di una cooperativa che lavora in un progetto Sprar di assistenza ai migranti. Le indagini dei militari sono partite dalla denuncia delle giovani vittime e riguarderebbero fatti verificatisi nei mesi di febbraio e marzo scorsi.

L'uomo doveva tutelarle, assisterle, seguirle nella loro nuova esperienza di rifugiate in Italia; invece l'uomo avrebbe approfittato della sua posizione di coordinatore del Centro accoglienza per i rifugiati del progetto Sprar di Condofuri, per tentare di estorcere prestazioni sessuali a due giovanissime rifugiate nigeriane di 22 e 23 anni promettendo loro di agevolarle nell'ottenimento dello «status» di rifugiate.

L'uomo, secondo quanto emerso dalle indagini, da novembre scorso avrebbe sottoposto le due donne a ricatto negando loro indumenti e quant'altro, di loro diritto, e facendo credere che il rilascio dello «status» di rifugiato lo avrebbero ottenuto solo dopo essersi concesse sessualmente. Dopo aver registrato alcune conversazioni inequivocabili con l'uomo, le due donne hanno denunciato tutto ai carabinieri.

Articoli correlati

Calabria: scossa di terremoto di magnitudo 4.2 sulla costa
Pubblicato il 28/09/2018 • leggi all'articolo
Terrore in Calabria: treno deraglia in galleria, un ferito
Pubblicato il 06/12/2017 • leggi all'articolo
ULTIM'ORA: forte scossa di terremoto tra Campania, Basilicata e Calabria
Pubblicato il 30/06/2014 • leggi all'articolo
(AGGIORNAMENTO E VIDEO) Forte terremoto in Grecia: trema tutto il Sud Italia.
Pubblicato il 26/01/2014 • leggi all'articolo
La Corpora a San Casciano, parla Karalyus
Pubblicato il 24/11/2013 • leggi all'articolo
‘Ndrangheta, attacco alla ‘Cosca degli Alvaro': in manette ex Sindaco
Pubblicato il 04/09/2013 • leggi all'articolo
Sbarco in Calabria, tra gli immigrati anche donna incinta
Pubblicato il 31/08/2013 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus