09/10/17 Online business: l'impatto degli influencer sul social media marketing

ROMA. È sempre più importante la figura dell’influencer nel mondo del social media marketing. Una tendenza che sta rivoluzionando il sistema pubblicitario sul web e che vede somme di denaro sempre più alte per accaparrarsi l’influencer del momento.

È una figura relativamente nuova quella del mattatore social, una figura professionale che oggi, più di qualsiasi altro momento, sembra offrire la possibilità di guadagni straordinari e di una carriera in costante crescita.

Quando parliamo di influencer parliamo di quegli utenti capaci di attirare su di loro l’attenzione di migliaia, se non milioni, di persone. Profili seguitissimi dove chi naviga per le piattaforme social va in continua ricerca di nuovi contenuti e di aggiornamenti da parte di quelli che diventano veri e propri, paladini della rete.

Ecco quindi che crescono canali Youtube che superano di gran lunga qualsiasi standard televisivo, profili Instagram con migliaia e migliaia di like e una fedele schiera di follower assolutamente affamata di contenuti, così come pagine Facebook dove si accendono discussioni e dibattiti ad ogni minimo post da parte dell’influencer.

 

Come nasce un influencer?

 

Per prima cosa ci sono i personaggi già famosi, star dello spettacolo o personaggi politici capaci di sfruttare al meglio la loro notorietà per crescere anche sui social. Questi ultimi, in certi casi, sono stati capaci di risorgere proprio attraverso la rete, basti pensare al caso di Nina Moric che scatena putiferi e traffico stroardinario ad ogni suo intervento social.

Cresce però un’altra figura nettamente più interessante e particolareggiata degli utenti già famosi, stiamo parlando di chi diventa famoso proprio attraverso il web. Persone uscite dal niente che iniziano a creare contenuti, si mettono in gioco e scoprono di essere capaci di muovere l’utenza a loro piacimento, di creare veri e propri show e di ricevere anche milioni di visualizzazioni.

Un esempio su tutti è quello di Favij, il ragazzino (non più così giovane) che ha trasformato Youtube nel suo impero, semplicemente grazie ai suoi commentari di videogiochi horror che si sono trasformati successivamente in una serie di episodi che trattano le più svariate tematiche, quasi sempre legate al gaming ma non solo, e che scatenano l’utenza più giovane in un vero e proprio culto del personaggio.

Ecco quindi che dal tubo Favij è riuscito ad arrivare un po’ ovunque, dagli album di figurine al merchandising classico, per approdare persino nelle sale del cinema.

L’influencer è una persona dotata di grande carisma e di una altissima capacità di gestione del social network, spesso il segreto del successo si nasconde anche nella presenza di agenzie alle spalle del personaggio, team che pianificano i contenuti elaborandoli e modificandoli utilizzando inoltre strategie di marketing avanzate.

 

Come guadagnano gli influencer?

 

Vi chiederete a cosa porti avere tutto questo seguito; la risposta è molto semplice, oltre ai programmi di monetizzazione presenti per esempio su Youtube, gli influencer possono godere di fonti alternative di monetizzazione, fonti che possono muovere anche cifre da capogiro e garantire stipendi da paperoni (PewDiePie fattura 7 milioni di dollari).

Stiamo parlando di cifre che arrivano anche a mille o più Euro a foto per una influencer Instagram che offre di indossare l’abito di qualche brand, così come altre migliaia d’Euro per un utente famoso che pubblicizza o parla di qualcosa sul suo blog.

Il vecchio concetto dello sponsor si trasforma quindi attraverso la rete, andando a sfruttare la nuova figura del web.

Non è da nascondere infatti come gli influencer siano per il mondo business galline dalle uova d’oro. Stiamo parlando di persone che, non solo vantano milioni di visualizzazioni quotidiane, ma che lo fanno per un target preciso, chiaro e ben delineato, impossibile da trovare su qualsiasi altro media.

Quando si promuove un prodotto attraverso una star del web, siamo sicuri che questo arriverà proprio a quell’utenza che noi desideriamo, con un numero di utenti fuori dal target praticamente irrisorio. Ecco perché il web marketing si sta trasformando, specialmente per i grandi brand che vanno a di gran lunga a preferire il marketing di qualità che il semplice add o banner pubblicitario.

 

Come diventare un influencer

 

La verità dietro agli influencer è molto complessa. Da un lato troviamo persone con doti innate di comunicazione, persone con una straordinaria parlantina e idee innovative che gli permettono di distinguersi in mezzo all’enorme massa di contenuti che si trova sul web. Dall’altro lato c’è da dire che mentre nel passato si poteva cavalcare l’onda della novità ed emergere effettivamente solo grazie ai nostri sforzi, oggi è necessario muoverci attraverso una serie di piccoli investimenti che ci permettano di massimizzare la nostra utenza.

Un esempio su tutti è quello di Instagram, buona parte dei nuovi utenti di successo è passato sicuramente da una fase fondamentale, quella di comprare mi piace su Instagram. Grazie all’acquisto di traffico e mi piace è possibile infatti anche per chi si affaccia solo adesso alla piattaforma ottenere il successo desiderato, fondamentalmente utilizzando una spinta artificiale che ci permetterà successivamente di raggiungere l’utenza che desideriamo. È molto difficile infatti che qualcuno prenda in considerazione un profilo con pochi like e privo di follower, nel mondo del web bisogna invece presentarci come “già famosi” per diventarlo. Un paradosso che in realtà funziona benissimo, pensate a voi stesse, vi fermate mai in un locale deserto? Vi interessate a pagine che nessuno considera? Ecco, il meccanismo è esattamente questo.

La possibilità di acquistare like e follower da parte di aziende terze è diventato così il trampolino di lancio per moltissimi ifnluencer e utenti destinati al successo, utenti che non riuscirebbero a raggiungere ciò che cercano senza la possibilità di migliorare l’autorità del loro canale, pagina e quant’altro.

 

Gli influencer si affermano così come una nuova frontiera del marketing online, utenti capaci di veicolare messaggi a un target selezionato trasformando la loro figura in una vero e proprio mestiere dagli stipendi spesso altissimi.

Il mondo pubblicitario è in costante cambiamento, quello sul web ancora di più, di sicuro però, queste figure che surclassano il mondo televisivo, faranno parlare di loro ancora molto negli anni a venire, e i mondo business non starà di certo a guardare.

 

comments powered by Disqus