06/07/16 Trading online: le migliori strategie

ROMA. Ormai chiunque ha sentito parlare del trading online, la possibilità di operare sui mercati finanziari semplicemente attraverso un computer ed una connessione internet. La maggior parte però crede che giocare in Borsa come un professionista sia un’attività semplice con la quale fare soldi a palate in poco tempo e senza alcun tipo di preparazione. Niente di più sbagliato. Il trading online è fatto di molto studio, costante aggiornamento e prima di tutto una buona strategia da seguire in modo rigidissimo. Vediamo quindi alcune di queste strategie che nella loro semplicità si sono dimostrate le più efficaci.

Strategia con due medie mobili

Questa strategia è una delle più semplici e si basa sull'utilizzo di sole due medie mobili. Ne sceglieremo una lenta e una un po' più veloce. In realtà non bisogna utilizzare delle particolari lunghezze di periodo, basterà che la media veloce sia circa il doppio di quella lenta. A questo punto la strategia sarà di comprare quando la media veloce attraversa la lenta dal basso verso l'alto, e viceversa vendere quando attraversa dall'alto verso il basso.

Strategia con tre medie mobili

E' una variante leggermente più evoluta di quella con due medie. Si tratterà di inserire una terza media mobile a metà tra le altre due. Il principio è lo stesso, solo che dovremo attendere che entrambe le medie, la veloce e l'intermedia, attraversino la lenta prima di comprare o vendere. Questa strategia permette di ottenere segnali più precisi e di tenere aperto lo scambio più a lungo, perché consente di eliminare molti segnali dubbi dati dall'imprecisione delle due sole medie mobili.

Strategia con indicatore RSI

Questa tecnica si basa sull'indicatore RSI che fa parte dei cosiddetti oscillatori, ossia fotografa l'andamento ciclico del mercato. E' composto di una banda centrale racchiusa da due linee, che noi potremo regolare con valori 80 e 20. Quando l'indicatore del prezzo si spinge, con decisione, al di sopra della linea degli 80 si dice che va in ipercomprato. Si presume perciò che inizierà una serie di vendite, e noi venderemo di conseguenza. Allo stesso modo quando scende al di sotto dei 20 si dice che è in ipervenduto, inizieranno gli acquisti, e noi ci accoderemo. L'uscita dallo scambio sarà indicata dallo sfondamento della linea opposta a quella sulla quale abbiamo iniziato lo stesso.

Strategia con supporti e resistenze

Si tratta della strategia che fa da base a tutte le altre. Infatti prima di iniziare a fare trading su qualunque prodotto finanziario, è importante documentarsi per conoscerei suoi livelli di supporto e resistenza. Questi sono dei livelli dove il prezzo staziona per diverso tempo cercando di scavalcarli, qualche volta ci riesce, altre no. Sono facilmente individuabili su un qualunque grafico. Solitamente sono costituiti da cifre tonde o dai cosiddetti livelli psicologici, livelli che indicherebbero particolari situazioni dell'economia. Una volta individuati i livelli di prezzo sul grafico, sapremo che solitamente il prezzo tende a rimbalzarci sopra. Perciò noi andremo a comprare sul supporto ed a vendere sulla resistenza. Ovviamente dovremo sincerarci che nella porzione di tempo nella quale contiamo di tenere aperto il nostro scambio, non siano previsti eventi economici di primo piano, che potrebbero portare a rompere i livelli che abbiamo individuato, causandoci delle perdite. Oltre ai supporti e resistenze principali, ne potremo individuare di intermedi per operare su periodi più brevi, ed usarli degli oscillatori, ossia comprando e vendendo nel range compreso tra le linee che abbiamo individuato.

 

comments powered by Disqus