15/09/13 (7) “L’intestino…radice dell’albero umano e secondo cervello”

Healthy Life: salute e benessere insieme quest'oggi propone un'argomento estremamente importante da comprendere: "il nostro secondo cervello".

Sapete che la nostra pancia non solo assimila e digerisce il cibo, ma sente anche le informazioni e le emozioni che arrivano dall'esterno?

Michael Gershon, presidente del Dipartimento di Anatomia e Biologia Cellulare presso la Columbia University, esperto nel settore emergente della neuro-gastro enterologia e autore del libro “Il Secondo Cervello”, ci spiega : «Quanti hanno sperimentato la sensazione delle "farfalle nello stomaco" durante una conversazione stressante o un esame?». E' solo un esempio delle emozioni della pancia, come nausea, paura, ma anche dolore e angoscia.

L'intestino fa molto di più che limitarsi a gestire la digestione o infliggere le occasionali fitte nervose (coliti). E’ in connessione con il cervello, determinando in parte il nostro stato mentale e svolgendo un ruolo chiave in alcune malattie.                                          

Quindi dovremmo avere un po' di rispetto in più per la nostra pancia, perchè "sente", metabolizza emozioni, smista informazioni, reagisce alle sollecitazioni dell'ambiente circostante, soffre e gioisce.

Tecnicamente noto come “sistema nervoso enterico” è costituito da guaine di neuroni incorporati nelle pareti del tubo digerente (che misura circa nove metri da un capo all'altro fra l'esofago e l'ano), contiene circa 100 milioni di neuroni, più che nel midollo spinale e nel sistema nervoso periferico messi insieme. Questa moltitudine di neuroni nel sistema nervoso enterico ci permette di "sentire" il mondo interiore del nostro intestino e il suo contenuto. Una gran parte delle nostre emozioni è probabilmente influenzata dai nervi nel nostro intestino e i “naturisti” lo sanno molto bene, infatti con loro il malato viene sempre curato iniziando dall'apparato digerente, invece  la medicina ufficiale nelle sue "terapie" sintomatiche non lo considera neppure!                                                                                                                 

Quindi l’intestino non solo demolisce il cibo, assorbe le sostanze nutritive ed espelle i rifiuti, ma metabolizza emozioni e invia messaggi al cervello.

Stress e ansia ne alterano il funzionamento e al contrario i disordini intestinali possono provocare variazioni dell’umore. Il cervello intestinale non è solo legato alle reazioni del cibo ingerito, ma può pensare, prendere decisioni, provare sensazioni autonomamente dal cervello vero e proprio, come insegna la neuro-gastroenterologia.

La colite, i bruciori di stomaco, l'ulcera, ed anche le malattie croniche intestinali (morbo di Crohn, colite ulcerosa o indeterminata) sono proprio malattie causate dallo stress fisico o da emozioni forti non digerite, oppure conflitti spirituali irrisolti, perché non si accettano le prove della vita.           

Allora cosa dobbiamo fare per rinforzare le sue funzioni?                                  

La cosa più giusta è quella di regolarizzare il PH della digestione, assumendo periodicamente fermenti lattici o probiotici* (Lctobacillus acidophilus, Bifidobacterium biphidum, Streptococcus thermophilus), per  agire contro i “batteri” e per mantenere stabile il rilascio di “serotonina”, un neurotrasmettitore che regola l’umore, il sonno, il dolore e anche le contrazioni addominali. Per il 95%, la serotonina viene prodotta  proprio nel tratto gastrointestinale in seguito a stimoli diversi: tipicamente dopo l'assunzione di cibo, ma anche attraverso suoni o colori.  

La serotonina, insomma, è una specie di direttore d'orchestra che manovra le leve del movimento intestinale.

La sindrome dell'intestino irritabile, che affligge circa il 15% della popolazione italiana, è un disturbo che procura disagi seri al paziente, con dolori (in genere nel basso addome a sinistra) e difficoltà nella defecazione. Se per caso la serotonina viene ad essere troppa, lo stato di eccitazione prevale e si producono scariche di feci acquose (diarrea), al contrario se vi è una scarsa produzione di serotonina, compare la stitichezza, le feci divengono dure perché stazionano troppo nell'intestino crasso (colon). Nei due casi vi è un meccanismo di regolazione "automatica" quando l'organismo è in salute e in uno stato emotivo accettabile. Quando entrambi sono alterati (salute o emozioni forti), immediatamente variano le fasi del controllo e la regolazione della serotonina.

 

Il cervello intestinale è quindi il motore della vita fisica e di quella emotiva, che interagisce in quella spirituale dell'essere stesso!

Concludendo, si potrebbe dire: "Ho un forte mal di pancia… vado dallo psichiatra!",  oppure: "Sono troppo ansioso e depresso… vado dal gastroenterologo!"

 

N.B. : Vi consiglio di leggere il libro di Gisèle Frenette intestino sano” dove illustra il processo digestivo e descrive varie malattie ad esso collegate, affrontando le cause e le possibili conseguenze delle affezioni intestinali. Le statistiche lo confermano: migliaia di persone con disturbi gastrointestinali soffrono quotidianamente di mali che vanno da un semplice fastidio a sintomi in grado di mettere a rischio la vita.

Nel libro vengono proposte delle soluzioni alimentari e fitoterapiche che potranno essere utilizzate da sole o assieme a trattamenti medici.

Tratto liberamente da un articolo di "mednat.org"                   

 

 

                  Questo video vi farà capire che la depressione e tutti i nostri problemi partono sempre dall'INTESTINO!

 

 

Per leggere gli articoli precedenti clicca qui: apri

Articoli correlati

(6) Il segreto per una buona salute…L’OMEOSTASI
Pubblicato il 30/08/2013 • leggi all'articolo
(8) E’ ora di impostare un percorso salutare
Pubblicato il 30/09/2013 • leggi all'articolo
(5) Strategie per vivere meglio? Impariamo a riciclare!
Pubblicato il 30/07/2013 • leggi all'articolo
(2) Cambiamo le abitudini sbagliate. Rinforziamo il sistema immunitario
Pubblicato il 30/05/2013 • leggi all'articolo
Healthy Life: Apre la nuova rubrica 'Salute e Benessere' di Vocenuova, Cristiana Carradori la redattrice
Pubblicato il 15/04/2013 • leggi all'articolo
Come funziona questa rubrica?
Pubblicato il 30/04/2013 • leggi all'articolo
Perchè seguire Healthy Life e i consigli di Cristiana Carradori?
Pubblicato il 15/04/2013 • leggi all'articolo

comments powered by Disqus