19/08/13 Karima canta Bacharach: 'Il mio sogno? Cantare con Stevie Wonder”

RAVELLO (SA). A 8 anni ascoltava Stevie Wonder e Whitney Houston. La cantante livornese Karima, classe 1985, non nasconde la sua passione per la musica americana che l’ha portata a collaborare con il pianista statunitense Burt Bacharach. Sul palco del Belvedere di Villa Rufolo, martedì 20 agosto (ore 21.30), Karima gli renderà omaggio reinterpretando i suoi brani nello spettacolo “Karima sings Bacharach”.

Avevo 16 anni e un mio vecchio fidanzatino mi regalò il primo disco di Bacharach. Da quel momento non ho più smesso di ascoltarlo e studiarlo”, svela. La collaborazione nasce dall’intuito del compositore americano che ascoltandola ne è rimasto stupito: “Nel 2008 ho cantato una sua canzone durante il tour in Italia. Gli sono piaciuta e da lì non abbiamo più smesso di sentirci”, spiega la cantante. Nel 2009 Karima ha partecipato al Festival di Sanremo con la canzone “Come in ogni ora”, prodotta e arrangiata da Burt Bacharach. L’estate dello stesso anno è stata protagonista con la sua band come opening act degli spettacoli italiani di Anastasia, Simply Red e special guest nel tour estivo del compositore statunitense.

Ma il vero successo è arrivato l’anno successivo con l’uscita del nuovo disco che ha rinnovato la collaborazione con Burt Bacharach. Il maestro ha scritto per lei un brano inedito e ha diretto le cover di due sue canzoni: “È stata una grande emozione lavorare con lui nella sua casa a Los Angeles. Bacharach è stato sempre presente mentre registravo i suoi brani”, dice Karima.

Dopo il lavoro con il pianista americano, la cantante sogna una futura collaborazione con Stevie Wonder. È certa di partecipare a Sanremo 2015 per il quale sta scrivendo nuove canzoni. Karima - che ha fatto parte del cast di “Amici” nel 2006 - confessa che i talent show possono diventare una grande vetrina per farsi conoscere ma avverte: “Un cantante deve studiare e aggiornarsi quotidianamente altrimenti, se vai di corsa, puoi al massimo durare un’estate”. 

comments powered by Disqus